AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE vaticano

Il calcio per la pace, il 12 ottobre la partita di papa Francesco

calcioROMA – Creare una cultura della pace e una giustizia sociale in particolare per bambini e giovani, ai quali spesso in molte parti del mondo sono negati diritti essenziali come istruzione e assistenza. Sono questi gli obiettivi di ‘Uniti per la pace‘, la seconda partita benefica di calcio promossa da Papa Francesco, che si disputerà il prossimo 12 ottobre allo stadio Olimpico di Roma. L’evento, trasmesso in diretta da RaiUno alle 21.15, sosterrà tantissimi progetti grazie all’apposita raccolta fondi. In Italia il sostegno andrà alla popolazione di Amatrice colpita dal terremoto del 24 agosto scorso, attraverso l’impegno per riattivare le strutture sportive di base e gli oratori, oltre che alla formazione di educatori e istruttori. Ma attenzione sarà data anche alle periferie italiane, argentine e a quelle di Kinshasa: tutte le iniziative avranno il controllo di Fondazione Scholas Occurrentes, Csi, Unitalsi e Amlib. “E’ tempo di mostrare che siamo capaci di fare pace attraverso il gioco e l’arte”, le parole di Papa Francesco affidate a un video mostrato durante la presentazione di ‘Uniti per la pace’ nella sede di Radio Vaticana.

papa francescoIl Pontefice “ha voluto fortemente questa partita- ha spiegato Marcelo Sanchez Sorrondo, il cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze-. E’ molto preoccupato per quello che considera lo sviluppo di una terza guerra mondiale. La pace va costruita per esempi e i giocatori possono esserlo, abbiamo visto in quanti si sono già impegnati”. Il calcio è “lo strumento di integrazione per eccellenza”, ha aggiunto José Maria del Corral, presidente della Fondazione internazionale di diritto pontificio Scholas Occurrentes. Alla presentazione sono intervenuti anche alcuni calciatori di Roma e Lazio, come Juan Manuel Iturbe, Leandro Paredes, Diego Perotti, Lucas Biglia, Danilo Cataldi e Alessandro Murgia.

Il calcio è lo sport più ammirato, dobbiamo approfittare del nostro ruolo: la pace è la cosa più importante e per noi questa partita sarà più importante di quelle che giochiamo la domenica e valgono tre punti”, ha detto Perotti. L’obiettivo di Biglia è “lo stadio pieno“, e “per noi avere un Papa argentino è un plus. Come calciatori abbiamo l’opportunità di farci vedere in tv ogni domenica e vogliamo essere un esempio per la pace, dando una mano a tutte le fondazioni e ai bambini che hanno bisogno”. La prevendita dei biglietti per la partita inizierà il 20 settembre in tutte le ricevitorie Listicket-gruppo Ticketone. Per altre informazioni basta cliccare sul sito www.unitiperlapace.org.

di Erika Primavera, giornalista professionista

09 settembre 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988