Cultura

Venezia, il destino delle mani di Quinn? Per ora ‘parcheggiate’ su una barca

VENEZIA – Venezia le vuole tenere e sta cercando la giusta collocazione, ma oggi, intanto, sono ‘parcheggiate’ su una barca da trasporto ormeggiata a San Giuliano, Mestre. Ecco dove si trovavano stamane le celebri mani di Lorenzo Quinn, ovvero l’opera “Support” realizzata dall’artista in occasione della scorsa biennale d’arte contemporanea, e rimaste fino a ieri installate davanti alla facciata dell’hotel Ca’ Sagredo, sul Canal Grande di Venezia.

Le mani, che la sovrintendenza ha fatto rimuovere, visto che si trattava di un’installazione temporanea per cui l’autorizzazione era già stata rinnovata una volta (ed è ora nuovamente scaduta), sarebbero dovute partire per la Spagna, per la precisione per Barcellona, dove Quinn ha il suo studio. Ma l’artista ha deciso di donarle a Venezia a patto che la città trovi una degna collocazione. E ora bisogna trovarla.

L’amministrazione comunale, che mira a tenere l’opera (molto apprezzata sia dai veneziani che dal pubblico internazionale) sta cercando la collocazione ideale e si dice ottimista. Finché una decisione non verrà presa, le ‘mani’ dovrebbero rimanere custodite in un capannone nella zona industriale di Marghera. Ma, smontate ieri, (almeno) oggi sono appunto parcheggiate a San Giuliano. Dove le abbiamo fotografate.

9 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»