In Libia dopo i raid si spera ancora nella conferenza Onu. Fico incontra Schäuble

Il 14 e 15 aprile è in programma a Ghadames una riunione dell'Onu. Per il momento la conferenza non è stata annullata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Nel centro di Tripoli oggi la situazione è tranquilla e non si sentono echi di combattimenti o colpi di mortaio; speriamo che qualche buona notizia possa arrivare dalla riunione convocata dall’Onu”: così fonti dell’agenzia ‘Dire’ a Tripoli, in riferimento alla conferenza in programma a Ghadames domenica e lunedì.

LEGGI ANCHE: Libia, scontri a sud di Tripoli. Oltre 2.000 i civili in fuga

Secondo le fonti, nella capitale c’è “tensione e anche attesa” per le mosse delle parti in conflitto, in particolare del generale Khalifa Haftar che ha portato le milizie del suo Esercito nazionale libico a pochi chilometri dalla città e ieri ha fatto bombardare l’aeroporto internazionale. “A oggi la conferenza non è stata annullata” spiegano alla ‘Dire’: “Speriamo che sia proprio quella l’occasione per un accordo o una soluzione politica”.

Alla due giorni in programma a Ghadames, nella Libia occidentale, non lontano dal confine con l’Algeria, dovrebbero partecipare i rappresentanti delle principali formazioni politiche e militari del Paese. Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha ribadito oggi la richiesta di “uno stop immediato di tutte le operazioni militari” e di “un dialogo per una soluzione politica”.

FICO INCONTRA SCHÄUBLE: SERVE VOCE UNICA EUROPEA

Con il presidente del Bundestag Wolfgang Schäuble “ci siamo confrontati anche sul progetto di rilancio che deve interessare l’Europa a partire dalle politiche sociali e di sviluppo. In tal senso si inserisce il ragionamento in atto sul salario minimo europeo. E abbiamo concordato sulla necessità di una posizione compatta europea sulla questione libica. Su questo come su altri temi cruciali è essenziale la voce unica dell’Unione europea che finora è mancata, una voce unica che permetta di non creare vuoti che possono essere riempiti da chi soffia sul fuoco dell’antieuropeismo”. Lo scrive su facebook Roberto Fico, presidente della camera, che si trova a Vienna per la Conferenza dei Presidenti dei Parlamenti Ue.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

9 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»