Il Campidoglio boccia il bilancio dell’Ama

La decisione sarebbe stata presa nel corso di un vertice a cui hanno preso parte il sindaco di Roma Virginia Raggi e l'assessore al Bilancio Gianni Lemmetti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Campidoglio ha deciso di bocciare il bilancio di Ama del 2017. La decisione sarà formalizzata nel corso della mattinata da una riunione di Giunta attraverso una delibera di indirizzo. Con questo atto, poi, il Comune di Roma si presenterà all’Assemblea dei soci della municipalizzata, convocata sempre questa mattina, ed esprimerà il suo parere contrario ai conti dell’azienda di via Calderon de la Barca.

La decisione sarebbe stata presa nel corso di un vertice, avvenuto ieri sera, a cui hanno preso parte il sindaco di Roma Virginia Raggi e l’assessore al Bilancio Gianni Lemmetti.

Lo scenario molto probabile che si apre, con la bocciatura del bilancio, è la rimozione dell’attuale Cda di Ama (anche se questa avrà un prezzo, dato che la mancata approvazione di un bilancio non si configura come ‘giusta causa’). Il nodo contabile è sempre lo stesso: ci sono 18 milioni di euro di servizi cimiteriali arretrati, relativi alle annualità 2008-2016, che l’Ama considera crediti ma che il Campidoglio non riconosce.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

8 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»