Ilva, Beppe Grillo: “Nessuno ha mai pensato di chiuderla”

ROMA – “Si parla di chiudere l’Ilva ma nessuno lo ha mai pensato“. Lo scrive su twitter Beppe Grillo, che rimanda ad un post pubblicato sul suo blog.

Nel post, dal titolo ‘Che il cielo sopra l’Ilva diventi sempre più blu’, Grillo parla del “Bacino del Ruhr” come “un esempio da emulare”.

E spiega: “4.432 kmq di superficie, oltre 6 milioni di abitanti, 142 miniere di carbone, 31 porti industriali fluviali; 1.400 km di autostrade e tangenziali). E’ la carta d’identità del ‘Bacino della Ruhr’, in Germania, l’area finita di bonificare in dieci anni (1990-2000) a tutt’oggi un esempio seguito da tutti gli architetti, i bio-architetti e gli ingegneri del mondo industrializzato. All’inizio l’obiettivo era quello di contrastare i fenomeni di progressivo declino economico e di fortissimo inquinamento ambientale”.

“Nel 1989- aggiunge Grllo- alcuni comuni si consorziarono per dar vita a un’importante operazione di risanamento del territorio. Negli anni si è trasformata nella più colossale riconversione industriale del mondo. L’esempio più rilevante consiste nel Parco Paesistico di 320 kmq, distribuito lungo gli 800 kmq del territorio fluviale dell’Emscher. L’Emscher era in origine un fiume canalizzato e usato come fogna a cielo aperto per la zona industriale. Il costo totale è stato di due miliardi e mezzo di euro”.

SOGNO CHE GOLFO TARANTO TORNI A ESSERE MERAVIGLIOSO

“Io ho sempre sognato che questo bellissimo golfo di Taranto tornasse ad essere una cosa meravigliosa con tecnologie di energie rinnovabili o, ad esempio, un centro per le batterie europeo”. Lo dice Beppe Grillo in un video pubblicato sul suo blog.
“Si sta pianificando un pensiero, di sedersi ad un tavolo per rivalutare uno dei piu bei golfi del mondo”, aggiunge.
7 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»