Mattarella alla Fao: sconfiggere la fame nel mondo, tocca ai noi - DIRE.it

Politica

Mattarella alla Fao: sconfiggere la fame nel mondo, tocca ai noi

mattarella faoIl presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato ospite della Fao per partecipare alla Conferenza promossa dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura.

“La fame- ha detto- è causa concorrente o scatenante di violenze e anche di guerre, e contrastarla è una preziosa opera di pace. È un delitto trasformare cibo e acqua in strumenti di conflitto. Al contrario, sono testimonianza della indivisibilita’ del destino dell’umanità”.

“Accanto alla Conferenza di oggi- ha detto ancora Mattarella- nella seconda metà del 2015 sono in programma eventi di grande importanza per la comunità internazionale: la Conferenza di luglio ad Addis Abeba sul Finanziamento dello sviluppo, il Vertice Onu di settembre a New York per definire la nuova Agenda dello sviluppo sostenibile, la Conferenza di dicembre a Parigi sui cambiamenti climatici. La posta in gioco è altissima: tocca alla nostra generazione il compito storico di sconfiggere la fame, tocca a queste classi dirigenti mondiali far crescere, finalmente, la generazione ‘Fame zero'”.

“Se fallissimo- ha concluso- potremmo precludere il successo anche a chi verrà dopo di noi. Sono convinto che ce la faremo. Ma dobbiamo essere consapevoli che porre fine alla povertà e alla fame, salvaguardare l’ambiente, garantire un futuro alle nuove generazioni, contrastare le esclusioni sociali, richiede una strategia globale. Del resto povertà, diseguaglianze e disoccupazione sono mali che riguardano ogni Paese, indipendentemente dal grado di sviluppo. Sono piaghe che affliggono tutti”.

6 giugno 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»