Lazio

Teatro Eliseo, Gigi Proietti: “Finanziamenti inauditi, non si capisce perché”

ROMA – “L’ho saputo quando ero fuori, sono ancora spiazzato. Nessuno mi sa dire qual e’ il vero motivo, non basta il centenario. Per comprarsi le pastarelle? Un milione a pastarella? Ci scherzo, ma bisogna stare molto attenti a queste cose, perché allora le leggi che le fanno a fare se poi si fa tutto al di fuori? Io non so come va a finire e non so a che punto stanno, se la cosa e’ decisa e definita. So che c’e’ molta polemica”. Questo il commento di Gigi Proietti al finanziamento di 8 milioni di euro in due anni al teatro Eliseo previsto nella Manovra che ha sollevato le proteste degli altri teatri, a partire da quelli romani.

Durante la conferenza stampa di presentazione della stagione 2017 del Globe theatre, annunciando una sponsorizzazione da parte del Banco Bpm di 35mila euro, Proietti ha sottolineato che “noi siamo una manifestazione pubblica e riceviamo il sostegno dei privati, al contrario ci sono teatri privati sostenuti in maniera inaudita dalle istituzioni, inaudita nel senso che non si e’ mai visto prima”.

Poi, a margine, interpellato sulla questione dai cronisti l’attore e regista ha aggiunto che “sono stato fuori un mese, oggi e’ il primo giorno che sono a Roma. Ma voglio sapere, parlare con i colleghi ma anche con gli stessi interessati. Non capisco, non si capisce. A volte ci sono delle giustificazioni un po’ forzate, ma qui non si capisce”.

LEGGI ANCHE Teatro Eliseo, a marzo Barbareschi diceva: “A fine stagione chiuderà”

5 giugno 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»