Gli ultimi di Ponticelli entusiasti per l’arrivo di Mattarella

NAPOLI – “E’ un messaggio di speranza che il presidente Mattarella ha voluto dare a tutti gli studenti dell’Istituto. Per così dire, “gli ultimi di periferia”. E questo è importante. E’ un messaggio di speranza perchè si sentano uguali agli altri”. Con queste parole Paolo Pisciotta, preside dell’Ipia “Sannino-Petriccione” di Ponticelli, esprime la propria soddisfazione nella scelta di Quirinale e Miur di celebrare l’inizio dell’anno scolastico 2015 nella sua “scuola di frontiera”. Nei giorni precedenti questa mattina i tanti ragazzi coinvolti non hanno “più guardato l’orologio” nè aspettato il suono della campanella per uscire. Questi studenti “ultimi di periferia” non si sono preoccupati di trascorrere a scuola anche la giornata di ieri, domenica, indispensabile per gli ultimi accorgimenti. “Hanno dato tutti il loro contributo – aggiunge Pisciotta, a cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella dal palco ha rivolto il suo grazie per l’impegno a ospitare “Tutti a Scuola 2015″ -. Ho registrato da parte loro un entusiasmo pazzesco. Hanno toccato il cielo con le mani”.

4 Ott 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»