La Ferrari debutta in Borsa. Renzi: “Se l’Italia scende in pista e corre diventa la numero 1”

renzi_ferrariMILANO – “Per anni abbiamo pensato che dovevamo stare chiusi, dovevamo avere paura  del mercato, del mondo di cio’ che ci girava attorno, poi abbiamo scoperto che il nostro piu’ grande alleato e’ la globalizzazione e che se scendiamo  in pista se, ci mettiamo a correre, siamo i piu’ bravi del mondo“. Lo dice  il premier Matteo Renzi al Palazzo della Borsa a Milano per la cerimonia  di Prima Quotazione di Ferrari S.p.A.

“Credo che la quotazione di Ferrari sia una straordinaria occasione per  gli investitori, naturalmente per chi crede nella bellezza che si coniuga  all’innnovazione alla ingegneria, e credo che sia un bellissimo messaggio  per l’intero Paese”.  La quotazione di Ferrari a Piazza Affari, aggiunge, è “un gesto molto  bello, molto importante e credo che debba essere seguito da altre  realtà che sono quotate fuori dal paese, questo è il mio auspicio, e la  quotazione in borsa deve diventare sempre piu’ un elemento di forza e  di trasparenza. Lo dico perchè in questo momento Borsa Italiana ha  avuto risultati straordinari, piu’ 13, 2 per cento l’aumento del 2015,  il miglior aumento tra le borse occidentali”.

Quindi, “in bocca a lupo di cuore a chi investirà in Ferrari, in bocca a lupo di  cuore a chi anima la Ferrari, con la straordinaria dedizione degli uomini  e delle donne che da Maranello fanno meraviglie uniche al mondo e in bocca al lupo anche a chi continua a credere che la pagina piu’ bella del nostro Paese sia ancora da scrivere. In bocca al lupo a tutti noi“.

4 Gennaio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»