Banche, M5S: “Polemiche strumentali, tutti i truffati saranno risarciti”

ROMA – “Non comprendiamo come si possa polemizzare con un Governo che nella Legge di Bilancio ha inserito un fondo da 1,5 miliardi per i risparmiatori truffati, contro i miseri 100 milioni dei Governi precedenti. Chi tenta di metterci contro i risparmiatori, mistificando la realtà dei fatti per meri interessi politici, è bene che se ne faccia una ragione: noi faremo di tutto e di più per risarcire ogni singolo risparmiatore truffato e fino all’ultimo centesimo”. A riferirlo sono i deputati della Commissione Bilancio della Camera del Movimento 5 Stelle.

LEGGI ANCHE: Manovra, le ‘vittime del Salvabanche’: “Traditi da M5S-Lega, solo promesse”

“Il fondo da un miliardo e mezzo, è bene ribadirlo, nei prossimi anni crescerà ulteriormente e andrà a rimborsare tutti i risparmiatori truffati. Questo è il preciso impegno che ci siamo presi e che porteremo a termine. Chi parla di rimborso solo del 30% sta portando avanti la solita mistificazione a cui ormai siamo abituati: il limite del rimborso è di 100 mila euro, proprio perché ha come scopo quello di tutelare i piccoli risparmiatori. Che vengano esclusi dal rimborso i dividendi percepiti ci pare cosa sacrosanta e di buon senso: bisogna tutelare il capitale investito, i risparmi di chi è stato truffato, non certo i dividendi ottenuti grazie all’acquisto delle azioni. In aggiunta, a sostegno dei risparmiatori, è stata potenziata l’attività di Consob e dell’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF), l’organo che dovrà decidere chi è stato effettivamente truffato e chi no”.

Ancora, “i Collegi arbitrali sono aumentati fino a 10 e sono stati previsti dei Collegi specializzati per i risparmiatori in difficoltà economiche. Senza dimenticare che sono state semplificate le procedure per ricorrere all’Arbitro ed è stata inserita una norma che consente a Consob di ottenere dal Fondo Interbancario per la Tutela dei Depositi i documenti che i risparmiatori non riescono a produrre”.

“La tutela dei risparmiatori è e resterà elemento centrale della nostra azione politica. Nessun cittadino sarà più lasciato indietro”, concludono i deputati stellati.

3 novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»