Manovra, le ‘vittime del Salvabanche’: “Traditi da M5S-Lega, solo promesse”

ROMA – “Allora, le cose stanno esattamente cosi: hanno preso un sacco di voti promettendo che avrebbero ridato a tutti, indistintamente, l’intero ammontare del loro investimento perduto, e finalmente, dopo mesi di chiacchiere e slogan, arriva la norma di legge del governo M5S-Lega, sui rimborsi. Un rimborso parziale (solo nella misura del 30%) che verrà dato agli azionisti che ‘hanno subito un danno ingiusto, riconosciuto con sentenza del giudice o con pronuncia dell’Arbitro’. Niente di diverso da quello che ha fatto e che ha detto il Pd”. E’ l’attacco su Facebook di Letizia Giorgianni, leader dell’Associazione ‘Vittime del Salvabanche’, al governo M5s-Lega.

DI MAIO A VITTIME: SIAMO DALLA VOSTRA PARTE, GIOVEDÌ INCONTRO

“Noi siamo sempre stati dalla vostra parte, ma ora c’è chi gioca a metterci gli uni contro gli altri avvelenando i pozzi. Io non mi presto a questo giochino dei giornali. L’associazione delle vittime del salva banche, che hanno ancora nella schiena le ferite aperte dal decreto pd, è un interlocutore di questo governo dal suo insediamento, sono saliti sul palco di Italia 5 Stelle e gli ho fatto una promessa”. Lo dice il ministro del Lavoro e vice premier Luigi Di Maio, su Facebook.

“Di fronte a tutta questa disinformazione bisogna incontrarsi. Quindi questo giovedì ci vedremo, assieme alle altre associazioni e comitati, per raccontare per filo e per segno in che maniera potranno riavere i soldi che hanno perso per colpa del cinismo del vecchio governo”.

Il ministro conclude: “Potranno accusarci di tutto, ma non del fatto che fuggiamo di fronte a chi chiede di parlare con noi. Le porte sono sempre aperte per tutti i cittadini, soprattutto per quelli che sono stati massacrati in questi anni. Abbiamo promesso di essere al vostro fianco e lo faremo fino in fondo”.

3 novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»