Di Maio avverte la Lega: “Il contratto di governo va rispettato da entrambe le parti”

ROMA – “Ci sono persone che pensano di detenere la verità, ma noi abbiamo firmato un contratto di governo che va rispettato da entrambi i contraenti”. Lo dice il vice premier Luigi Di Maio, in una intervista al Corriere della Sera.

Sulle polemiche sul reddito di cittadinanza innescate dal sottosegretario leghista Giorgetti, il ministro del Lavoro risponde: “Siamo stati sempre chiari, il reddito sarà operativo nei primi tre mesi del 2019. Se vedo un problema non è nelle risorse o nelle norme ma quando qualcuno non crede in quello che stiamo facendo. Se qualche membro del governo non crede in quello che stiamo facendo allora è un rischio per i cittadini prima di tutto”.

LEGGI ANCHE:

La riforma della prescrizione spacca il governo: scontro tra Bonafede e Bongiorno

Reddito di Cittadinanza, tensione tra Conte, Di Maio e Giorgetti

SALVINI: NESSUNA POLEMICA CON M5S, ANDIAMO AVANTI

“Nessuna polemica, con il Movimento 5 Stelle stiamo lavorando bene. Il nostro governo ha un’altissima popolarità e in 5 mesi abbiamo fatto più di chiunque altro. Sono molto soddisfatto per le leggi fatte e per quelle in cantiere. Legittima difesa, reddito di reinserimento al lavoro, stop sbarchi, riforma della Fornero. Andiamo avanti uniti per il cambiamento del paese”. Lo dice il ministro dell’Interno e vice premier, Matteo Salvini.

3 novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»