Europa

In Germania la disoccupazione è ai minimi storici dal 1990

Credits Antonio FraioliROMA  – Il tasso di disoccupazione ad ottobre è sceso del 6%. Lo riferisce la stampa europea, sulla base dei dati diffusi dall’Agenzia nazionale per l’impiego. Il dato risulta il più basso mai registrato dalla riunificazione delle due Germanie, nel 1990. Un’ottima notizia per gli osservatori nonché gli investitori, che vedono così confermata per il quinto mese di fila questa positiva percentuale.

“Nel corso della ripresa economica di questo autunno, la disoccupazione è nettamente diminuita, mentre la domanda del lavoro ha continuato a salire” ha detto Frank Weise, presidente dell’Agenzia.

Rispetto a settembre 13mila persone avrebbero trovato occupazione. La tendenza positiva è data dalla combinazione di alcuni fattori quali un mercato del lavoro particolarmente solido, l’aumento dei salari e una riduzione del costo dell’energia. Tutto questo fa da stimolo ai consumi interni che a loro volta incoraggiano la crescita economica.

Da non sottovalutare l’ingresso negli ultimi mesi di centinaia di migliaia di immigrati, risultato delle politiche di accoglienza della cancelliera Angela Merkel. Se in un primo momento si era temuto un aumento della disoccupazione, i dati attuali dipanano per il momento ogni timore.

LEGGI ANCHE

Lavoro, tonfo dei contratti a tempo indeterminato: calano del 32,9%

2 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»