hamburger menu

VIDEO | Paura a Bardonecchia, acqua e fango travolgono tutto. Meloni: “Dal governo massimo aiuto”

L'onda anomala di fango e detriti ha travolto strade e ponti, molti i danni

Pubblicato:14-08-2023 11:27
Ultimo aggiornamento:16-08-2023 10:19
Canale: Piemonte
Autore:
bardonecchia
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Nella serata del 13 agosto un’onda di acqua e fango ha travolto il centro abitato di Bardonecchia, in provincia di Torino. Circa cento persone sono state sfollate, la linea telefonica si è interrotta, decine di auto sono state trascinate via. Inizialmente si riteneva ci fossero 5 persone disperse, ma le autorità hanno assicurato che sono state ritrovate.

L’esondazione è stata improvvisa, sorprendendo abitanti e turisti. Salvate dai Vigili del Fuoco 6 persone che si trovavano in un camper travolto da acqua e fango.

“Sono in diretto contatto con la sindaca che mi ha confermato che non ci sono vittime e anche le cinque persone date inizialmente per disperse sono stati rintracciate. Questa è sicuramente una buona notizia. Tuttavia i danni sono rilevantissimi e ho già sentito il vicepremier Antonio Tajani che ha fin da ora dato la disponibilità del governo a fare la propria parte per aiutarci ad affrontare questa situazione”, spiega il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, che, assieme all’assessore alla Protezione civile, Marco Gabusi, da ieri sera segue l’evolversi della situazione a Bardonecchia.

Cirio ha sentito telefonicamente ancora questa mattina la sindaca Chiara Rossetti per gli ultimi aggiornamenti. “La situazione è al momento sotto controllo: l’onda anomala di fango e detriti ha coinvolto molte auto, danneggiato strade e ponti, ma non risultano al momento coinvolte persone. Anche le verifiche già effettuate sulla diga di Rochemolles non hanno rilevato criticità- aggiunge l’assessore Gabusi- già da ieri sera siamo in contatto con il capo dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio e dato la piena disponibilità ad attivare il coordinamento regionale di Protezione civile”. Sono in partenza questa mattina alcune squadre di volontari del coordinamento regionale per aiutare i gruppi locali a rimuovere fango e detriti dalle strade e ripristinare la viabilità e i tecnici di Arpa, l’agenzia regionale per l’ambiente, per effettuare alcuni sopralluoghi sul bacino del Rio Frejus.

LE SPAVENTOSE IMMAGINI DELL’ESONDAZIONE A BARDONECCHIA

“Scene di panico a Bardonecchia, in Valle di Susa, dove a causa di una violenta perturbazione e del distacco di un pezzo del monte Frejus omonimo fiume e il Rio Merdovine sono esondati provocando uno tsunami di fango. La mia vicinanza alla popolazione colpita, agli sfollati e alle autorità al lavoro per trovare i dispersi”. Lo scrive su facebook l’europarlametare della Lega Marco Zanni che posta anche un video.

MELONI: “DAL GOVERNO MASSIMO AIUTO E SUPPORTO”

“Sono contenta di sapere che le cinque persone disperse a seguito dell’ondata di fango e detriti che ha colpito Bardonecchia siano state ritrovate. Ringrazio la Protezione Civile, i Vigili del fuoco e quanti si sono mobilitati fin da subito nelle operazioni di ricerca e soccorso. A nome mio e del Governo esprimo la massima vicinanza ai cittadini, al Presidente della Regione Piemonte e al Sindaco. Faremo tutto ciò che è necessario per dare il massimo aiuto e supporto“. Lo scrive sui social la premier Giorgia Meloni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-08-16T10:19:08+02:00