Francia, Di Maio: “Valutare se togliere la cittadinanza a Gozi”

Sandro Gozi, ex sottosegretario del Pd entrato a far parte del governo Macron, nel mirino del leader M5S Di Maio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non ho niente contro la Francia, ma bisogna valutare se togliere la cittadinanza a Sandro Gozi”. Lo dice il vicepremier, Luigi Di Maio, a margine dell’incontro di formazione con i navigator a Roma, commentando la nomina a responsabile degli Affari europei per il governo francese dell’esponente del Pd.

“Se tradisci lo Stato italiano e ti arruoli nelle fila di un altro governo come responsabile della politica europea del governo Macron- sottolinea- allora bisogna valutare se togliere la cittadinanza”.

Secondo Di Maio “siamo di fronte a qualcosa di inquietante: un nostro sottosegretario, anche se era Pd, diventa esponente di un governo con cui abbiamo cose in comune ma anche interessi confliggenti”.

GOZI, QUARTAPELLE: DA DI MAIO PROPOSTA INCOSTITUZIONALE

“E’ davvero stravagante la richiesta di togliere la cittadinanza a Sandro Gozi. Invece di pensare che l’Italia ha un alleato all’interno del governo francese, Di Maio va a ruota della Meloni e fa una proposta incostituzionale e antiitaliana: siamo italiani solo se la pensiamo come lui, diversamente non lo siamo più. Assurdo”. Lo dice Lia Quartapelle, capogruppo Pd Commissione Esteri.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»