Da Venezia a Rio, da New Orleans a Nizza: a Carnevale il mondo è a colori

È una festa cosiddetta mobile, che non si svolge in una data precisa, e si celebra nei Paesi di tradizione cristiana e cattolica prima del periodo di Quaresima
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

di Valeria Barbarossa

ROMA – Da Venezia a Rio de Janeiro, Goa e Londra, da New Orleans a Tenerife e Nizza, il Carnevale è sinonimo di colore, di allegria e al contempo di mistero, di espressività recondita dell’essere umano che trova in questa festa un’occasione per mascherarsi e vestire i panni di ‘altro’. Il Carnevale è una festa cosiddetta mobile, che non si svolge in una data precisa, e si celebra nei Paesi di tradizione cristiana e cattolica prima del periodo di Quaresima. 

L’origine del Carnevale ha radici molto antiche. Già durante le feste dionisiache greche, celebrazioni in onore del dio Dioniso, venivano messe in scena rappresentazioni teatrali e durante i saturnali romani il mondo era messo momentaneamente alla rovescia: gli schiavi, ad esempio, potevano considerarsi per breve tempo uomini liberi. Gli obblighi, quindi, venivano temporaneamente sospesi per lasciare il posto al caos e allo scherzo: un momento di rinnovamento simbolico.

Ecco alcune delle più famose feste di Carnevale:

  • Venezia: inizia sabato 8 febbraio e finisce martedì 25 febbraio. La tradizione del carnevale nella città lagunare è legata ad antichissime tradizioni. Ogni anno richiama l’attenzione di migliaia di visitatori che prendono parte alla festa che si avvolge del fascino dei costumi settecenteschi di Giacomo Casanova, simbolo del piacere e della lussuria. 

  • Rio de Janeiro: qui la ricchezza dei festeggiamenti è inimitabile. Tra gare di samba, sfilate di colori esplosivi, coreografie spettacolari e costumi sfarzosi, i festeggiamenti avvengono per strada, sulle spiagge, nei locali; iniziano a gennaio fino alla fine di febbraio. 
  • Goa, India: tre giorni di festa, in cui, ininterrottamente, per le strade della città di Panaji si festeggia a suon di Feni, il liquore locale, di giocolieri e artisti di strada e parate con i carri. 
  • Londra: il carnevale qui si festeggia ad agosto nel famoso quartiere di Notting Hill ed è considerata una delle più importanti feste di strada d’Europa. Dagli anni ‘60 la comunità caraibica di Londra celebra la propria cultura con danze, musica, sfilate e cibo. Tre giorni di festa vivace e coinvolgente a cui partecipare rigorosamente mascherati.
  • New Orleans: migliaia di maschere color verde, oro e porpora invadono le strade della capitale della Louisiana. Il suo Martedì Grasso rappresenta la giornata dell’euforia e degli eccessi in cui artisti, musicisti, sarti e make-up artist si impegnano per organizzare al meglio le sfilate dei carri. 
  • Tenerife: Santa Cruz a febbraio si abbiglia per lasciare tutti i suoi visitatori a bocca aperta. Considerato, dopo quello di Rio, il secondo carnevale più importante del mondo, ogni anno migliaia di turisti partecipano a questo grandissimo e fastoso evento, fatto di travestimenti e celebrazioni che si svolgono per le strade giorno e notte. 
  • Nizza: dal 15 al 29 febbraio la città della Costa Azzurra si colora di sfilate e di fiori. Quest’anno il tema riguarda il cinema e i carri, come sempre, saranno infiorati per la famosa “battaglia dei fiori”, un momento importante per esaltare l’ampia varietà delle produzioni floricole della regione.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

31 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»