Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, la giunta diserta la discussione sul rendiconto di bilancio: la rabbia dell’assessore Lemmetti

L'assessore al bilancio Lemmetti contesta i colleghi di giunta per non essersi presentati in aula
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Mi preme sottolineare un fatto, e qui mi tolgo un sassolino dalla scarpa: quando si presenta il rendiconto la Giunta deve essere presente in Aula. Lo avevo già sottolineato e lo dico io prima che mi venga chiesto dalle opposizioni. Gli assessori avrebbero dovuto essere qui a spiegare alla città e ai consiglieri quel che è successo nel 2018. Ma sono solo”. Così l’assessore al Bilancio di Roma Capitale, Gianni Lemmetti, nel corso del suo intervento in Assemblea capitolina dove è iniziata la discussione sul rendiconto.

LEGGI ANCHE: Ama, Lemmetti: “Non voglio discarica, ma non abbiamo fatto quanto promesso”

ROMA. LEMMETTI: RIDOTTO DEBITO CORRENTE DA 1,3 MLD A 940 MLN

“Abbiamo portato il debito corrente del Comune di Roma da 1,3 miliardi a 940 milioni. Può non piacere nel contenuto ma lo stiamo riducendo, e abbiamo anche messo in sicurezza l’Atac”. Così l’assessore al Bilancio di Roma Capitale, Gianni Lemmetti, nella controreplica in Assemblea capitolina dove è in corso la discussione sul rendiconto 2018.

ROMA. LEMMETTI: ABBIAMO RISORSE PER RECUPERO DISAVANZO IN 15 ANNI E NON 30

“Sul rendiconto 2018 e sulla programmazione la Ragioneria ha centrato gli obiettivi. Possiamo dire che l’ente oggi è più sano rispetto a quando lo abbiano trovato. Sono molto soddisfatto dei risultati sul fronte del disavanzo. Se il trend sarà confermato il disavanzo sarà recuperato in 15 anni invece che in 30, magari anche prima”. Così l’assessore al Bilancio di Roma Capitale, Gianni Lemmetti, nel corso del suo intervento in Assemblea capitolina dove è iniziata la discussione sul Rendiconto.

“Abbiamo effettuato 12 variazioni, due obbligatorie e 10 facoltative- ha aggiunto- Abbiamo risorse destinate al ripianamento dei debiti contratti negli anni precedenti. E ci sono 184 milioni da destinare agli investimenti per l’anno successivo più i fondi vincolati sulla scomposizione dei risultati dell’amministrazione superiore a 5 miliardi per le annualità successive”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»