Ricostruzione ponte di Genova, Toti: “‘Toninelli stai sereno’, gia’ coinvolta Fincantieri”

"Senza bisogno di tanta propaganda e ancor prima lui lo pensasse"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dirottare tutte le risorse possibili su un gigantesco piano di investimenti e cantiere che risani le nostre infrastrutture obsolete. Anche a costo di sacrificare provvedimenti bandiera forse più popolari come reddito di cittadinanza e flat tax”. Questa la richiesta al governo Lega-M5S che giunge dal presidente della Liguria Giovanni Toti. In un’intervista al Corriere della Sera, parlando del viadotto Morandi crollato a Genova e da rimpiazzare, “io dico che siamo davanti a una certezza ineludibile e cioè la legge italiana in vigore- spiega Toti- Fino a legge contraria Autostrade è ancora titolare della concessione e dunque di quel ponte e dei suoi tronconi. Come presidente della Liguria e come commissario per il superamento dell’emergenza loro sono miei interlocutori. Punto”. In tutto ciò “credo che il modo migliore per onorare la memoria delle vittime sia ricostruire un ponte, e presto– conclude il presidente della Regione Liguria- Certi argomenti sono temi di politica pura, se volessimo essere cattivi diremmo di propaganda. Io seguo quel che mi impone la legge, al di là del mio giudizio personale, politico, etico e morale su Autostrade”.

“Per parafrasare un’espressione famosa mi verrebbe da dire: Toninelli stai sereno. Ora gli svelo un segreto: senza bisogno di tanta propaganda stiamo già lavorando, con il buonsenso, per fare in modo che il ponte venga ricostruito con la collaborazione di Fincantieri. E questo ancor prima che lui cominciasse a pensarlo”, conclude Toti.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»