‘Potremmo ritornare’, Tiziano ferro in radio con il nuovo singolo

Il brano, anticipa il nuovo album “Il mestiere della vita”, in uscita il prossimo 2 dicembre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – S’intitola ‘Potremmo ritornare’ il nuovo singolo di Tiziano Ferro, in rotazione da oggi. Il brano, anticipa il nuovo album “Il mestiere della vita”, in uscita il prossimo 2 dicembre. In attesa di vederlo dal vivo, i fan potranno, guardare il nuovo video su Vevo, un backstage on the beach, anticipazione del videoclip reale.

Potremmo ritornare negli store digitali e in vinile tiziano-ferro-album

A partire da oggi ‘Potremmo ritornare’ sarà disponibile anche in tutti gli store digitali, piattaforme streaming e in edizione limitata in vinile 45 giri su Amazon. Sulla copertina del brano, Tiziano appare sorridente, vestito in bianco e nero, su uno sfondo verde acqua. Una copertina gioiosa che fa pensare a un testo, comunque, positivo.

“In un mondo abituato al volume alto e che non ha più tempo per ascoltare nessuno ho risposto così, a voce bassa. Con una canzone che parla di quelli che a un certo punto hanno bisogno di tirare le somme. Esamino esanime il paesaggio. Tutto prende forma, al principio di un nuovo capitolo. Chi va e chi potrebbe ritornare”

Il tour negli stadi

Il 2017 sarà un anno ricco di appuntamenti per Ferro, pronto a ripartire con un nuovo tour negli stadi. Tante le date in cui il cantautore si esibirà con nuovi pezzi provenienti dal nuovo album e canzoni più celebri della sua carriera in un mix che – come sempre – non smetterà di stupire e fare sold out.

tiziano ferro nuovo tour

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»