Coronavirus, dallo stop alle bollette alla stretta per chi specula: ecco la bozza del decreto. I morti sono 21, i contagi 821

Verranno prese delle misure anche per salvaguardare il turismo, ha annunciato Dario Franceschini, Il punto del capo della Protezione civile: i contagi in Italia sono 821
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Bollette sospese per 6 mesi, stretta su chi specula su mascherine e igienizzanti e stop alle rate dell’assicurazione dell’auto. Lo prevede la bozza del decreto del governo sul Coronavirus che dovrebbe approdare in Consiglio dei ministri stasera. Le bollette di luce, gas, acqua e rifiuti non saranno dovute per 6 mesi e l’Arera si occuperà delle modalità di rateizzazione delle fatture e degli avvisi di pagamento.

LEGGI IL TESTO DEL DECRETO

LEGGI ANCHE: Tra truffe e fake news, ecco la ricetta dell’Oms per l’amuchina ‘fatta in casa’

Il provvedimento interviene anche sulle “pratiche commerciali che profittano di situazioni di allarme sociale”, viene definito scorretto aumentare il prezzo sui prodotti legati alla salute e la sicurezza dei consumatori di oltre il triplo del listino. Sospesi anche i termini per i versamenti dei premi assicurativi della Rca e i diritti camerali delle imprese. Rinviate di 12 mesi le rate dei mutui agevolati concessi da Invitalia e accesso semplificato al fondo di garanzia per le pmi.

MISURE ANCHE PER IL TURISMO

“Metteremo nel decreto di questa sera le prime misure sulla dilazione dei pagamenti, stiamo discutendo con il ministero dell’Economia delle misure specifiche sul settore del turismo, perché è chiaro a tutti che sono stati toccati tutti i settori ma in cima c’è il settore del turismo che ha subito dei danni diretti”. Lo ha detto il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, dopo aver incontrato le associazioni del turismo in crisi a causa del Coronavirus.

BORRELLI: 21 I MORTI, 821 I CONTAGIATI

“Alle 17 le persone ammalate di coronavirus in Italia sono 821, a cui si aggiungono 46 guariti e 21 deceduti”. Lo dice il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, in conferenza stampa. “Le persone decedute oggi sono quattro, tre delle quali ultra 80enni e un 77enne. Non sappiamo ancora se sono decedute in conseguenza del coronavirus. Ce lo dirà l’Istituto superiore di sanità”, aggiunge.

DECRETO CONSIGLIO DEI MINISTRI PER LE REGIONI DOPO SCADENZA ORDINANZE

In conferenza stampa nella sede della protezione civile il commissario straordinario al coronavirus Angelo Borrelli spiega che “il governo sta varando un Dpcm che ridisegna le misure nei territoriali regionali in vista della scadenza delle ordinanze a doppia firma del ministro della Salute e dei presidenti di regione”.

“NELLE ZONE ROSSE VITA PROSEGUE REGOLARMENTE”

“L’assistenza alla popolazione prosegue: lunedi’ riapriranno le poste in alcuni comuni per pagare le pensioni. Nelle zone rosse la vita proseguira’ regolarmente”. Lo dice il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, in conferenza stampa.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»