Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Afghanistan, al confine con il Pakistan arrivi “senza precedenti”

afghanistan donne
L'Onu si sta preparando "nel peggiore degli scenari" a far fronte a "500mila nuovi rifugiati afghani nella regione"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un numero “senza precedente” di cittadini afghani sta cercando di lasciare l’Afghanistan e di entrare in Pakistan. A riferirlo, si legge sul quotidiano ‘The Guardian’, sono stati funzionari del valico di frontiera di Chaman, nel sud del Paese, che sono voluti rimanere anonimi per ragioni di sicurezza.

Le immagini che ritraggono migliaia di persone che si accalcano all’ingresso dei due principali punti di confine tra i due Paesi, Torkham, nel nord, al momento chiuso, e per l’appunto Chaman, sono state rilanciate sui social e dai media internazionali.

Oggi un’agenzia di notizie afghane, Pahjwok Afghan News, aveva anche riferito di una sparatoria a Torkham nella quale avrebbero perso la vita sei persone. La notizia è poi stata smentita dal corrispondente sul posto dell’emittente regionale Al Jazeera.

Kelly Clements, vice direttrice dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, l’Unhcr, ha detto alla stampa internazionale che l’Onu si sta preparando “nel peggiore degli scenari” a far fronte a “500mila nuovi rifugiati afghani nella regione”.

L’Afghanistan è tornato sotto il controllo dei talebani il 15 agosto. Sono migliaia i cittadini afghani che non sono riusciti a imbarcarsi su un velivolo dei numerosi ponti aerei organizzati negli ultimi giorni da diversi Paesi dell’alleanza Nato per favorire le evacuazioni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»