Gentiloni: “Niente prediche, l’Italia è campionessa di coerenza”

ROMA - "Non vedo pulpiti che possono predicare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Paolo GentiloniROMA – “Non vedo pulpiti che possono predicare a noi italiani il valore della coerenza”. Queste le parole pronunciate dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, nel discorso di apertura dell’XI Conferenza degli ambasciatori che si tiene oggi e domani alla Farnesina. Per il Capo della Farnesina l’Italia è campionessa “di europeismo, promotrice del commercio del dialogo per la pace”, ormai da oltre “settant’anni, e con straordinaria continuità”. E queste parole ben si sposano con l’ultimo successo della politica estera della Penisola, alla luce dell’impegno dimostrato “nell’attuare l’intesa sul nucleare iraniano, rassicurando Israele e valorizzando gli effetti positivi per l’Iran e per tutti noi”.
Gentiloni ha pertanto proseguito ricordando il lavor svolto dall’Alto rappresentante Ue per la politica estera Federica Mogherini, “Un lavoro che ha fatto onore all’Unione europea e all’Italia”.

Di Alfonso Raimo – Giornalista Professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»