hamburger menu

Bere bene a Centocelle: ecco la visionaria filosofia ‘Ru.De’

I mixologist Cristian Ricci e Marco Zampilli raccontano il cocktail bar, tra drink in NFT e tanta ospitalità

RU.DE a Centocelle - collage con foto nostre

ROMA – Astemi a parte, l’arte della mixology è per gli addetti ai lavori un viaggio perpetuo tra presente e passato, tra estetica e materie prime, tra sperimentazione e tradizione. Eppure il mondo del bartending non sempre è alla portata di tutti, l’alchimia di gradazione e sapori per alcuni è un dettaglio trascurabile, per altri invece un culto da onorare. Così, con lo spirito di divulgare una cultura apparentemente per pochi, a Roma Est è nato RU.DE, uno street bar su strada ideato e gestito da Cristian Ricci e Marco Zampilli.

I due dopo esperienze decennali in alcuni tra i cocktail bar più rinomati della capitale hanno deciso di tornare a casa, a Centocelle, scegliendo una direzione opposta e contraria a quella degli speakesy e rendendo inclusivo ciò che spesso sembra esclusivo e per pochi.

RU.DE ha più di un significato– spiegano Cristian e Marco alla DIRE- letteralmente è Rumors Delete, che per noi vuol dire abbassare i toni, il barman negli ultimi anni è diventato quasi un’autorità. Abbiamo voluto annullare questa distanza puntando all’ospitalità e al far vivere il bar come un momento di aggregazione. Abbiamo portato a casa la nostra esperienza con la missione di far crescere la zona dove siamo nati. Ci siamo detti che Roma non è solo il centro, anche le periferie possono avere tutto“.

Ecco allora che RU.DE vuole rispecchiarsi anche nel senso più autentico del termine: “Rude tradotto dall’inglese vuol dire un po’ maleducato”. Il locale si affaccia su via dei Castani, la strada più trafficata del quartiere, aprendo le porte a tutti senza ostentare professionalità e divismi del caso. Nessuna polemica ovviamente con i colleghi del settore che, invece, sono di casa nel cocktail bar di periferia. “Siamo tutti amici- raccontano Cristian e Marco- ci confrontiamo e incontriamo continuamente. Qui da noi durante il giorno facciamo masterclass professionali con ospiti nazionali e internazionali“.

DRINK PER VIAGGI NEL TEMPO

La cura e la professionalità di questa realtà sono tutte sono tutte nella drink list e nel menù: “Quello che bevi e mangi da noi è qualcosa di unico- dicono Cristian e Marco- i drink classici li facciamo ma l’identità del menù prevede esclusivamente miscelazioni originali proiettate nello spazio”.

Innovazione e creatività sono infatti alla base della filosofia di RU.DE che ha scelto di comunicare in modo inusuale la sua forte identità: mai autocelebrativa e decisamente rivolta al futuro. Basti pensare che i 20 nuovi drink in lista nel 2022 provengono direttamente dal 2100.

“Sin dall’apertura nel 2018 abbiamo puntato ai viaggi nel tempo. Nei primi anni i nostri drink sono stati pensati tra gli anni ’80 e ’90. Per ogni annata c’era un cocktail diverso, concepito con una tematica culturale in grado di raccontare, non solo gusti e sapori, ma anche sfaccettature e aspetti differenti di epoche passate. Quest’anno l’immaginazione ha superato le aspettative ed eccoci nel futuro. Quello che in apparenza sembra un viaggio fantastico non è altro che una proiezione distopica di una serie di futuri catastrofici, in cui, Rude Centocelle, resiste in ogni realtà descritta”.

METAVERSO: DRINK IN FORMATO NFT

I mondi raccontati nel menù sono ben 8, e ogni mondo è narrato con ipotetici scenari apocalittici tutti da assaggiare. I ragazzi di Centocelle, per primi, hanno messo un piede in quel Metaverso, mai così in voga come oggi, proponendo la vendita dei drink in formato NFT sulla piattaforma Open Sea, il Marketplace più grande al mondo di questi ‘file’ del futuro. Sono Token Non Fungibili che offrono la possibilità di beneficiare di uno sconto a vita del 50% sul drink in NFT acquistato, trasformando quella che poteva apparire come una mera operazione di marketing in un servizio di utility tangibile, volto a coniugare la corsa al nuovo mondo virtuale con benefit nella vita reale.

RU.DE AL ROMA BAR SHOW

Non solo drink (e food) nello street bar di Centocelle, in calendario almeno una volta al mese anche degustazioni per i clienti e djset (tutti i weekend) all’insegna dell’Hip Hop: Simone Russo e Jacopo Gotz sono i resident in consolle. A consacrare visione e professionalità di questa squadra tanti riconoscimenti, dalle Guide di Repubblica al Gambero Rosso 2022 ma non solo: RU.DE è tra i 12 cocktail bar selezionati dal Roma Bar Show 2022 per gli eventi dentro e fuori salone

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-27T12:32:47+02:00