Israele, 22 ultra-ortodossi arrestati per abusi sessuali

Numerosi membri di questa comunità di rigidi osservanti della legge ebraica erano al corrente di quanto accadeva
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono accusati di abuso sessuale su donne e minori 22 ebrei ultra ortodossi, già arrestati dalle autorità israeliane. Tali violenze, andate avanti per circa due anni, sono state scoperte da agenti sotto copertura infiltrati all’interno della comunità.

Secondo il quotidiano ‘Haaretz’, gli uomini – di età compresa tra i 20 e i 60 anni – sono stati arrestati la notte scorsa a Gerusalemme e in altre tre città del paese. Secondo gli inquirenti, numerosi membri di questa comunità di rigidi osservanti della legge ebraica erano al corrente di quanto accadeva, ma hanno coperto i compagni, negando l’accaduto. Come ha spiegato ancora la polizia, i ‘complici’ avrebbero preferito regolare la faccenda internamente, piuttosto che allertare le autorità. Nessuno di loro è stato tuttavia arrestato.

A Gerusalemme, al momento degli arresti una piccola folla di ultra ortodossi si è radunata intorno ai cellulari della polizia, inveendo contro gli agenti e lanciando oggetti, per ottenere la liberazione dei compagni. Questo avrebbe provocato qualche vetro rotto ma nessun contuso. Ora il giudice sarà chiamato a pronunciarsi nei prossimi giorni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»