Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Onu, diplomazia Titano in prima linea su emergenza in Siria

A New York e Ginevra i rappresentanti al lavoro su crisi umanitaria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ateneo1_san marino_universitàSAN MARINO – Dalle sedi Onu di New York e Ginevra, i rappresentanti diplomatici della Repubblica di San Marino promuovono e partecipano attivamente alle iniziative sull’emergenza siriana. “La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri- spiega una nota di Palazzo Begni- continua a seguire da vicino l’evoluzione del conflitto in Siria e a mantenere alti attenzione e impegno nelle sedi multilaterali”.

In particolare, la Segreteria di Stato informa che la settimana scorsa la Missione permanente sammarinese alle Nazioni Unite a New York ha partecipato “a una riunione informale dell’Assemblea Generale, convocata su iniziativa del Canada con una richiesta sottoscritta anche dalla Repubblica di San Marino”. Nell’incontro è stato fatto il punto “sulle enormi difficoltà in cui versa la Siria, per la perdurante condizione di guerra e di difficoltà ad assistere civili, per la proliferazione di gruppi terroristici” dunque, “per una crisi umanitaria senza precedenti”.

Ascoltati numerosi interventi tra cui quello dell’Inviato Speciale dell’Onu in Siria, Staffan De Mistura, il Titano “ha preso atto delle posizioni in favore della necessità di un’accelerazione da imprimere alle azioni di duraturo cessate il fuoco, di evacuazione della popolazione ad Aleppo e di ristabilimento della pace attraverso soluzioni politiche e non militari”. La riunione si poi è conclusa con la richiesta di convocazione di una Sessione speciale dell’Assemblea Generale.

Mentre nella sede Onu a Ginevra, venerdì scorso, San Marino ha partecipato alla sessione speciale del Consiglio dei Diritti Umani su Siria e Aleppo. “A Ginevra si è constatato un perfetto allineamento con la riunione svoltasi a New York”. La Sessione si è infine conclusa con l’adozione di una Risoluzione che la Repubblica ha co-sponsorizzato.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»