Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Israele, D’Alema: “Soluzione a due stati? Inutile parlarne, palestinesi cittadini senza diritti”

Per l'ex premier Israele "è oggi il principale supporto delle autocrazie arabe"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La prospettiva dei 2 stati comporterebbe un tale esercizio di autorità della comunità internazionale verso Israele che significherebbe trattare Israele come un Paese normale. Dal momento che la comunità internazionale non è in grado di farlo è inutile parlarne“. Lo ha detto Massimo D’Alema nel corso dell’iniziativa ‘I grandi mutamenti internazionali e il conflitto tra Israele e Palestina’ presieduta da Goffredo Bettini e promossa dall’area politico culturale ‘Socialismo e Cristianesimo’.

“Israele come lo conoscevamo noi da ragazzi, un Paese minacciato dalle autocrazie arabe è oggi il principale supporto di queste autocrazie“, spiega D’Alema che aggiunge: “In medio oriente vivono cittadini di serie A che sono gli israeliani, di serie B che sono i palestinesi che vivono in Israele e di serie C che sono i Palestinesi che vivono in Palestina che non hanno alcun diritto e vivono sotto occupazione militare da 70 anni“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»