Roma, De Vito: “Aula in videoconferenza e streaming, è tutto pronto”

Approvato il regolamento che consente di tenere le sedute dell'Assemblea capitolina in videoconferenza
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Quest’oggi abbiamo approvato il regolamento che consente di tenere le sedute dell’Assemblea capitolina in videoconferenza e fissato il primo Consiglio per giovedi’ prossimo dalle 14.30 alle 19.30 sul tema Covid-19”. Ad annunciarlo all’agenzia Dire in una video-intervista e’ il presidente dell’Assemblea capitolina, Marcello De Vito.

La seduta di giovedi’ – inizialmente prevista per il giorno seguente, poi anticipata – si aprira’ con una relazione della sindaca di Roma, Virginia Raggi, sulle misure adottate dal Campidoglio per far fronte all’emergenza coronavirus.

Ma come funzionera’ l’Aula in videoconferenza?

“Vi do alcune specifiche su questa piattaforma (Microsoft Teams, ndr): la seduta andra’ regolarmente in streaming sui canali istituzionali dell’ente- ha spiegato De Vito– la piattaforma che utilizziamo consente di generare team di lavoro da 5mila o meeting da 250 persone, e i consiglieri del Comune di Roma sono molto meno, la sindaca piu’ 48 consiglieri”.

E per quanto riguarda ordini del giorno, mozioni e altre proposte?

“Il deposito degli atti viene fatto direttamente sulla piattaforma- ha sottolineato il presidente- quindi i consiglieri potranno depositare odg, emendamenti, questioni pregiudiziali e altro direttamente sulla piattaforma, il che consente anche di certificarne l’orario e quindi verificarne la tempestivita’ rispetto ai termini regolamentari”.

Per quanto riguarda invece gli appelli e le procedure di votazione “sulla piattaforma al momento il voto viene fatto per appello nominale, ma a breve installeremo anche un sistema di voto elettronico palese o segreto”.

De Vito e’ soddisfatto del lavoro fin qui svolto: “Ci tenevo moltissimo a questa iniziativa, ancor piu’ in questa fase in cui i Consigli e gli organi deliberativi di ogni livello non vengono convocati: penso che questo sia fondamentale anche per consentire e facilitare il dibattito democratico tra tutte le forze politiche, specialmente riguardo all emergenza che stiamo vivendo in questi giorni”.

L’Assemblea capitolina si mettera’ a disposizione anche degli enti locali minori che dovessero incontrare difficolta’ tecniche nell’implementazione della piattaforma: “Mi auguro che questo possa aiutare tutti i Comuni, soprattutto quelli piu’ piccoli: nei prossimi giorni condividero’ delle slide che contengono tanto il Regolamento che abbiamo approvato quest’oggi, secondo quelle che sono le linee guida dettate in tal senso dal decreto del Governo, tanto i principali contenuti di questa piattaforma”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

24 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»