Mattarella: “In Italia c’è un forte bisogno di legalità”

Il presidente della Repubblica è all'inaugurazione dell'anno accademico della Scuola superiore della magistratura a Firenze
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
S. Mattarella
S. Mattarella

FIRENZE – Il “bisogno di legalita‘ e’ fortemente avvertito nel nostro Paese”. A dirlo e’ il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, all’inaugurazione dell’anno accademico della Scuola superiore della magistratura a Firenze.

Al magistrato si richiede una costante tensione culturale che trova fondamento in studi e aggiornamenti continui ma si nutre anche di una profonda consapevolezza morale nella terzieta’ della funzione giurisdizionale. Si tratta di una sfida tanto piu’ impegnativa- spiega Mattarella- in un contesto di crescenti attese da parte dei cittadini nei confronti della giustizia”.

Il compito del magistrato non e’ “ne’ di protagonista assoluto del processo ne’ di burocratico amministratore di giustizia“.  “Si tratta di due atteggiamenti- aggiunge Mattarella- che snaturano la fisionomia della funzione esercitata. Vale sempre il monito di Piero Calamandrei: il pericolo maggiore che in una democrazia minaccia i giudici e’ quello dell’assuefazione, dell’indifferenza burocratica, dell’irresponsabilita’ anonima”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»