Femminicidio, il Governo sblocca 12 milioni per il ‘fondo orfani’

Gualtieri: "Pronto il decreto, finanzieremo borse di studio, spese mediche, formazione e inserimento al lavoro"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Pronto il decreto ministeriale per il fondo per gli orfani di femminicidio. I soldi non restituiscono l’affetto mancato ma con 12 milioni da lunedì finanzieremo borse di studio, spese mediche, formazione e inserimento al lavoro #violenzasulledonne”. Lo scrive su twitter Roberto Gualtieri, ministro dell’economia.

BONETTI: BENE GUALTIERI, MANTENUTO IMPEGNO GOVERNO

“Bravo il ministro Gualtieri che ha mantenuto l’impegno assunto da subito dal nostro governo di rimediare ad un ritardo non più procrastinabile. La lotta alla violenza contro le donne e il sostegno per loro e i loro figli è una priorità per tutti noi #liberapuoi”. Lo scrive su twitter Elena Bonetti, ministra della famiglia.

CARFAGNA: FONDI ORFANI SBLOCCATI, ERA ORA

“Finalmente sembra siano arrivati i decreti attuativi per sbloccare i fondi per gli orfani di femminicidio e per le famiglie affidatarie. Era ora. Evidentemente le nostre continue sollecitazioni e la campagna di raccolta fondi che abbiamo lanciato giusto qualche giorno fa hanno smosso le coscienze. Attendiamo di conoscere i criteri contenuti nei decreti e ci auguriamo che nessun orfano e nessuna famiglia venga esclusa per qualche assurdo cavillo burocratico. Gli orfani di femminicidio sono orfani di Stato ed è giusto che lo Stato si prenda cura di tutti, senza alcuna esclusione”. Lo dichiara Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.

DELRIO: GOVERNO SBLOCCATO 12 MLN, AZIONI CONCRETE

“Vogliamo dare agli orfani di #violenzasulledonne assistenza medica e psicologica, sostegno per scuola e inserimento nel mondo del lavoro. Bene Governo che ha sbloccato 12 milioni di euro. Non bastano le campagne, servono azioni concrete perché nessuno rimanga solo #comunità”. Lo scrive su twitter Graziano Delrio, caporguppo Pd alla camera.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»