Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Asta di beneficenza per il terremoto, in palio pranzo con Berlusconi

"Sarò davvero felice di conoscere e di pranzare con un benefattore generoso e sensibile come il vincitore di questa gara"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – “Cari amici, ho deciso di prestarmi a questa asta di beneficenza a sostegno delle popolazioni terremotate dell’Abruzzo”. Così Silvio Berlusconi annuncia su Facebook di aver aderito ad un’asta di beneficenza che mette in premio un pranzo proprio con l’ex Cavaliere.

“Penso- aggiunge l’ex premier- che ognuno di noi debba fare tutto quanto è nelle proprie possibilità per aiutare i nostri concittadini in difficoltà, e a volte si può essere utili anche con un gesto semplice. Sarò davvero felice di conoscere e di pranzare con un benefattore generoso e sensibile come il vincitore di questa gara, che spero verrà aggiudicata ad un prezzo molto alto, dato che i fondi raccolti saranno devoluti alla Croce Rossa!”.

Il pranzo in compagnia di Silvio Berlusconi, si legge sul sito www.charitystars.com, avrà luogo a Milano “in una data da definirsi in base alle disponibilità reciproche di Berlusconi e dell’aggiudicario entro 6 mesi dalla chiusura dell’asta. Le spese di viaggio sono a carico del compratore e non comprese nel prezzo definitivo dell’asta. L’aggiudicatario verrà avvisato tramite email. L’esperienza è valida per un massimo di tre persone”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»