Ssd, Sinistra unita mette veto su alleanza Dc-Ps

SAN MARINO - Pollice verso sull'alleanza Ssd-Ps e Pdcs. Da Sinistra socialista democratica è Su a sciogliere ogni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – Pollice verso sull’alleanza Ssd-Ps e Pdcs. Da Sinistra socialista democratica è Su a sciogliere ogni riserva e a mettere nero su bianco una “ferma contrarietà” all’ipotesi avanzata dal partito di Marco Gatti, perché “non intendiamo partecipare– manda a dire il partito di Vanessa D’Ambrosio in una nota- a un progetto politico contraddistinto dall’intenso retrogusto di un ritorno al passato“. In definitiva, “l’architettura politica della coalizione proposta dal Pdcs- sentenzia Sinistra unita- è del tutto incompatibile con il percorso di chiarezza e responsabilità che come Sinistra Unita e come Ssd vogliamo portare avanti”.

Marco Gatti segretario Pdcs
Marco Gatti

Il freno di Su arriva all’indomani di quello che avrebbe dovuto essere un confronto chiarificatore tra le componenti di Ssd sulla strada da percorrere per le future coalizioni, a dimostrazione che tra Su, Psd, LabDem e Denise Bronzetti non ci sia proprio unità di vedute. A mettere ulteriore zizzania è Marco Gatti, segretario del Pdcs, nel suo intervento finale alla Festa dell’Amicizia: “Sinistra Unita- manda a dire- ha deciso anche per il resto dei componenti di Ssd, Alleanze alternative alla Dc”. Questa la risposta alla richiesta rivolta nei giorni scorsi a tutte le componenti di Ssd dalla Dc di “porre fine al valzer del confronto e di decidere” se “mettersi al tavolo con la Democrazia cristiana e con i Socialisti per concordare soluzioni condivise”. Diversamente, “vada pure- prosegue- a fare l’alleanza con C10 con Ap e con la sua #Repubblicafutura”. Gatti pone poi un distinguo rivolgendosi a chi è stato fino a ieri alleato del Pdcs: “A questo punto- manda infatti a dire infine- chiediamo al Psd e a Denise Bronzetti di decidere se sedersi al confronto con noi ed i Socialisti oppure percorrere strade diverse“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»