FOTO | VIDEO | Premio Viglione, a Venosa ‘vince’ l’uguaglianza nella diversità

Una giornata di festa al centro di accoglienza e cura dei Padri Trinitari di Venosa con i campioni Cabrini e Cassioli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENOSA (POTENZA) – Una giornata di festa al centro di accoglienza e cura dei Padri Trinitari di Venosa. Il 18 maggio è stata celebrata la premiazione del Concorso nazionale Tomaso Viglione ‘Uguaglianza nella diversità’ giunto alla sua dodicesima edizione.

Ospiti d’onore quest’anno due atleti, Antonio Cabrini, terzino dell’Italia campione del mondo nel 1982, e Daniele Cassioli, attuale campione del mondo di sci nautico paralimpico. I due campionissimi sono intervenuti davanti a numerosi studenti giunti da molte parti d’Italia parlando dell’importanza dei valori dello sport anche nel mondo del volontariato, del sociale e dell’integrazione.

In particolare Cassioli, cieco dalla nascita, ha parlato delle proprie esperienze di vita che lo hanno portato a primeggiare nello sci nautico: “Lo sport non ti valuta per quello che ti manca ma ti valuta per quello che sai fare”.

Antonio Cabrini, Nico Perrone, Daniele Cassioli

La manifestazione si è aperta con l’inno nazionale suonato dalla ‘Banda senza problemi’ composta dagli ospiti del centro dei Padri trinitari. Hanno preso la parola quindi, moderati dal direttore dell’agenzia Dire Nico Perrone, il vescovo di Melfi-Rapolla-Venosa, Ciro Fanelli, il sindaco di Venosa, Tommaso Gammone, padre Luigi Buccarello, ministro provincia dei Padri trinitari, e il direttore della struttura venosina, Vito Campanale.

Nella seconda parte della giornata il responsabile del concorso nazionale Tomaso Viglione, Claudio Ciavatta, ha presentato i progetti dei lavori eseguiti dagli studenti. Al termine c’è stata la premiazione con insegnanti e allievi premiati dalle istituzioni locali. Il primo premio è andato all’istituto comprensivo ‘Fermi’ di Matera; il secondo premio all’Itet ‘Federico II’ di Capua in provincia di Caserta; il terzo premio al V circolo ‘Livio Tempesta’ di Tricase in provincia di Lecce. Menzioni speciali invece, per la Scuola dell’infanzia ‘Grazia Deledda’ di Bologna, all’istituto comprensivo ‘San Giovanni Bosco’ di Molfetta (BA), all’istituto ‘Aldo Moro’ di Frosinone, all’Iiss ‘Ruggero II’ di Ariano Irpino (AV) e all’Università degli studi della Basilicata.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

21 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»