Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La rabbia del Cremlino: “Ad Ankara è stato aggredito il nostro paese”

Il ministro della Difesa russo si augura che i responsabili vengano "presi e puniti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’attentato terroristico contro l’ambasciatore russo ad Ankara “è un’aggressione contro la Russia“. A dirlo il ministro della Difesa Sergey Shoigu, ricevendo il suo omologo turco Fikri Isik a Mosca.

“Ci auguriamo che siano condotte indagini a 360 gradi e che i responsabili siano trovati e puniti”. Stamani, dal Cremlino era già stata manifestata la volontà di collaborare all’inchiesta aperta dalle autorità turche sull’uccisione di ieri nella capitale dell’ambasciatore Andrei Karlov.

Continuano intanto ad emergere dettagli sull’identità dell’attentatore. L’assassino dell’ambasciatore Andrej Karlov, il poliziotto ventiduenne Mert Altintas, la settimana scorsa aveva fatto parte del servizio d’ordine della rappresentanza diplomatica di Mosca ad Ankara ed era stato schierato a protezione dell’ambasciata russa mentre in strada si svolgevano manifestazioni di protesta contro il ruolo di Mosca nel conflitto in Siria e in particolare ad Aleppo.

Nel giorno prima dell’omicidio l’uomo si sarebbe messo in ferie e avrebbe poi prenotato una stanza di albergo nei pressi del luogo scelto per entrare in azione, la Galleria d’arte contemporanea di Ankara. In due occasioni nel 2014 e nel 2015, inoltre, Altintas aveva anche prestato servizio per la scorta del presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»