NEWS:

Corteo a Napoli: maxi bandiera della Palestina in piazza

Oltre 3mila gli attivisti scesi in strada con l'obiettivo di consegnare un documento in prefettura per chiedere di fermare la strage a Gaza

Pubblicato:20-10-2023 17:37
Ultimo aggiornamento:21-10-2023 11:57
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

NAPOLI – Una maxi bandiera della Palestina è stata posizionata in piazza Mercato, a Napoli, dove si sono concentrati tanti cittadini che hanno percorso in corteo le strade del centro cittadino.

Non c’è pace sotto occupazione“, recita lo striscione che precede la sfilata, mentre gli attivisti gridano: “Palestina Libera“. “Il governo italiano è complice di un genocidio. Fermiamo Israele! Palestina Libera“, è la scritta presente su un secondo striscione.

Il corteo ha raggiunto piazza del Plebiscito, dove ha sede la Prefettura di Napoli. L’obiettivo è consegnare un documento per trasmettere, anche da Napoli, la richiesta che si fermi la strage della popolazione civile di Gaza.


ZANOTELLI: “IN PALESTINA UN NUOVO APARTHEID”

Siamo davanti a un nuovo apartheid. Quello che il popolo palestinese sta vivendo è incredibile“. A dirlo è il missionario combiniano padre Alex Zanotelli che sta partecipando alla manifestazione di sostegno al popolo palestinese. “La situazione oggi sembra molto simile a quella del Sudafrica: anche in Palestina – insiste Zanotelli – è stato apartheid. La grande ingiustizia verso i palestinesi è sotto gli occhi di tutti: vi hanno derubati di tutto, vi hanno rubato l’acqua. Dobbiamo arrivare, attraverso un grande movimento popolare, a cambiare questa situazione di profonda ingiustizia, altrimenti non c’è futuro e continueremo ad ammazzarci“.
“Non si può continuare a vedere gente morire in tutti i momenti. Il mio cuore – conclude il missionario – piange”.

SIAMO IN CORTEO PER IL POPOLO DELLA PALESTINA

Noi siamo qui per il popolo della Palestina“, urlano i manifestanti in testa al corteo che ha raggiunto piazza Municipio. Oltre 3mila gli attivisti scesi in strada con l’obiettivo di consegnare un documento in prefettura per chiedere di fermare la strage a Gaza.

In particolare, rivolgendosi al prefetto, chiedono la sua mediazione perché il governo faccia “tutti i passi diplomatici per ottenere la cessazione immediata dei bombardamenti e delle azioni militari israeliane che fanno strage della popolazione civile a Gaza, che non fornisca armi nè altre forme di aiuto militare diretto o indiretto all’esercito israeliano”.

L’appello al governo perché si forniscano “aiuti umanitari alla popolazione di Gaza“, perché “assuma una posizione attenta ai diritti del popolo palestinese” e “tuteli i cooperanti e i cittadini italiani ancora bloccati nei Territori”.

BANDIERA PALESTINA SU STRUTTURA VENERE STRACCI

Una bandiera della Plestina è stata posizionata sulla struttura della Venere degli Stracci, l’opera di Michelangelo Pistoletto distrutta dalle fiamme in piazza Municipio. L’azione da parte di un attivista che partecipa a un corteo indetto, a Napoli, per solidarizzare con il popolo palestinese.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy