Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

“No decisioni inappropriate su Bankitalia”; Farinetti inaugura ‘Fico’; Papa contro disugualglianze

Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall'agenzia Dire.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia Dire.

BANKITALIA, GENTILONI: NO A DECISIONI INAPPROPRIATE

L’autonomia di Banca d’Italia e’ un valore da preservare. Il premier Paolo Gentiloni a Bruxelles protegge l’istituto di via Nazionale dalle polemiche di queste ore. Di Ignazio Visco, spiega, non parla neanche sotto tortura. E i rapporti col Pd sono ottimi. Ma sulla necessita’ di operare un cambio della guardia, avverte: decisioni sbagliate possono riaprire dossier ormai chiusi. Sul tema torna anche Silvio Berlusconi, che definendo “improvvida” la mozione del Pd su Visco assicura che non esiste “nessun asse con Renzi”.

INTERVIENE CALENDA: E’ STATO UN INCIDENTE

La mozione del Pd contro Bankitalia e’ stato “un incidente”. altrimenti, se ci fosse “una strategia” dietro, “sarebbe un errore gravissimo”. E’ il pensiero del ministro Carlo Calenda che torna sull’attacco di Matteo Renzi al governatore Visco. Il titolare dello Sviluppo economico ribadisce a Repubblica tv come l’autonomia e l’autorevolezza di Palazzo Koch siano fondamentali per il paese. “Penso ci sia stata una leggerezza, non credo a un disegno di indebolimento del governo”, ha spiegato.

FARINETTI INAUGURA FICO, E SCEGLIE GENTILONI

Sara’ Paolo Gentiloni a inaugurare Fico il parco agroalimentare di Eataly che aprira’ le porte a Bologna il 15 novembre. Quaranta fabbriche; 45 ristoranti; 12 aule universitarie; un teatro; un cinema; un centro congressi da mille posti e sei giostre. “Vogliamo che sia vissuto come un grande parco divertimenti”, promette il fondatore di Eataly Oscar Farinetti. L’imprenditore amico di Renzi non nasconde le simpatie per il premier: “Piace molto agli italiani, Gentiloni è un fico”.

POVERTA’, IL PAPA CONTRO LE DISEGUAGLIANZE

“La diseguaglianza e lo sfruttamento non sono una fatalità perché dipendono anche dalle regole economiche che una società decide di darsi”. Papa Francesco riceve in Vaticano i partecipanti a un incontro promosso dalla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali. Come riporta la Sir, Francesco sottolinea che “se prevale il profitto, la democrazia tende a diventare una plutocrazia in cui crescono le diseguaglianze e anche lo sfruttamento del pianeta”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»