Legge di Stabilità, la sinistra a Renzi: “Tira fuori le carte o ricorriamo a Mattarella”

ROMA - La legge di stabilita' "e' una
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sinistra minoranzaROMA – La legge di stabilita’ “e’ una legge che non c’e’. Stiamo discutendo di slide, di questioni che da giorni dilaniano il quadro anche europeo, ma al momento non c’e’ un testo scritto. Mentre invece c’e’ un atto: l’approvazione della legge di stabilita’ da parte del Cdm. La prima domanda che facciamo al premier e’: tira fuori le carte. È una questione prioritaria, di trasparenza. Altrimenti metteremo in atto ogni iniziativa politica, anche dinanzi al presidente della Repubblica,  perche’ il Parlamento non puo’ essere tenuto all’oscuro”. Cosi’ il capogruppo di Sel Arturo Scotto, nel corso della conferenza stampa alla Camera dei parlamentari che aderisocno al patto di coordinamento della sinistra.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»