Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, Ricciardi: “Variante delta 7-8 volte più contagiosa, non è finita”

WALTER RICCIARDI
"Non stiamo uscendo dalla pandemia, questa è solo un'ulteriore fase, ed è molto importante essere lucidi e razionali per affrontarla"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Il Covid nel giro di un anno ha cambiato pelle. A certificarlo Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, ex presidente dell’Istituto superiore di Sanità e direttore scientifico dell’Ics Maugeri di Pavia, intervistato dalla ‘Dire’ a margine di un convegno. Il nuovo virus “è diventato contagiosissimo”, afferma. Addirittura, “rispetto alla variante originale di Wuhan è estremamente più contagioso perché l’indice medio di riproduzione è tra 7 e 8”, e questo significa che “ogni soggetto infetto può contagiare in media dalle 7 alle 8 persone”. Ciò vuol dire, come spiega Ricciardi, “che sia all’esterno ma soprattutto all’interno se un soggetto infetto trova un soggetto suscettibile, lo contagia“.

Ecco perché secondo il consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza “non stiamo uscendo dalla pandemia”, in quanto “questa è solo un’ulteriore fase, ed è molto importante essere lucidi e razionali per affrontarla”. Infatti, “tutte le volte in cui si dice in modo irrazionale e sbagliato che si esce dalla pandemia (e questo è già successo nel passato) ci si ricasca”, aggiunge, e questo perché “si abbassa la guardia e i virus che sono specializzati per eludere la nostra attenzione vanno a festeggiare“.

Per affrontare questa fase perciò “occorre aumentare la velocità con cui vacciniamo le persone di tutte le fasce di età e approcciarsi agli ambienti pubblici in maniera saggia”. A tal proposito Ricciardi torna sulla questione Green pass, definendolo “un incoraggiamento alle persone a vaccinarsi o proteggersi se sono immuni, vaccinati o negativi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»