Arrestato ‘Rambo’, trafficante di esseri umani e torturatore di migranti

Si tratta di un 25enne nigeriano, individuato e catturato presso il CDA-CARA 'S.Anna' di Isola di Capo Rizzuto.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La Polizia di Stato di Agrigento ha eseguito un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica – DDA Di Palermo, nei confronti di un 25enne nigeriano detto ‘Rambo’, individuato e catturato presso il CDA-CARA ‘S.Anna’ di Isola di Capo Rizzuto.

L’uomo è sospettato di far parte di un’associazione per delinquere di carattere trasnazionale dedita a commettere più reati contro la persona – ed in particolare – tratta di persone, sequestro di persona, violenza sessuale, omicidio aggravato e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. In particolare, il nigeriano è stato riconosciuto come uno dei responsabili di torture e sevizie perpetrati in Libia all’interno della safe house di ‘Alì il Libico’, dove i migranti venivano privati della libertà personale prima di intraprendere la traversata in mare per le coste italiane.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»