Your monthly usage limit has been reached. Please upgrade your Subscription Plan.

Italia
°C

Maggioni contro Fico: “Nessuno ha mai pensato di chiudere Report”

[caption id="attachment_15077" align="aligncenter" width="700"] M. Maggioni[/caption] ROMA - "Nessuno ha mai
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
maggioni
M. Maggioni

ROMA – “Nessuno ha mai pensato per un secondo di chiudere Report. Tanto per sgombrare il campo dalle fantasie e dalle illazioni di queste ore”. Lo dice la presidente della Rai Monica Maggioni, in commissione di vigilanza Rai, rispondendo al deputato pentastellato Raffaele Fico che, sul blog di Beppe Grillo, ha invitato gli italiani a non pagare il canone Rai in caso di sospensione della trasmissione televisiva Report.

“Sarebbe un atto eversivo inaccettabile” aveva scritto Fico questa mattina. Come fatto notare dalla presidente Rai, però, la notizia della chiusura della trasmissione era completamente priva di fondamento.

La presidente della Rai Monica Maggioni spiega che “bisogna chiedersi nello specifico se tutte le voci sono state ascoltate, se è stato dato il giusto peso alle posizioni della comunità scientifica. Il problema non è la chiusura di Report ma il fatto che non sempre si riesce a capire qual e’ la forza di quello che facciamo tutti i giorni. A volte non ci si rende conto che essendo servizio pubblico, quando si dicono delle cose hanno un effetto dirompente. Al limite e’ su questo che dovremo confrontarci”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»