Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Enel, in Italia 6.000 prepensionamenti (e 2.000 assunzioni)

Enel aumenta il volume delle dismissioni e del reinvestimento del capitale che ne deriva dai 5 miliardi del piano precedente ai 6 miliardi indicati nel nuovo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

LONDRA – Nel nuovo Piano 2016-2019 Enel prevede una riduzione del 14% della forza lavoro a livello globale nel periodo di piano.

Si prevedono 9.200 mila pre pensionamenti, 6mila dei quali in Italia. Lo fa sapere l’ad e dg Francesco Starace presentando a Londra il piano.

A questi si aggiungono però 4.500 nuove assunzioni, 2 mila delle quali in Italia, “per un rinnovamento della forza lavoro che prosegue”, spiega Starace.

enel

NEL NUOVO PIANO ENEL DISMISSIONI DA 5 A 6 MLD –  Enel aumenta il volume delle dismissioni e del reinvestimento del capitale che ne deriva dai 5 miliardi del piano precedente ai 6 miliardi indicati nel nuovo. Lo segnala la società presentando il Piano 2016-2019, oggi a Londra. “Questo darà fondi per una nuova crescita”, precisa Starace. “Lo scorso marzo è stato fissato un target di rotazione degli asset per il periodo 2015-2019 pari a 5 miliardi- spiega Enel- entro la fine del 2015 si prevede di effettuare cessioni di asset per un totale di 1,9 miliardi, mentre ulteriori 2 miliardi di euro sono in corso di realizzazione”. Inoltre, “future iniziative di gestione del portafoglio” potranno “sostenere le iniziative di semplificazione del Gruppo”, aggiungono dalla società.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»