Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comunali Varese, Galimberti resta sindaco: “Salvini e Regione sconfitti”

matteo salvini
Il sindaco uscente Davide Galimberti ha sconfitto il deputato leghista Matteo Bianchi, ottenendo il 53%
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Marialaura Iazzetti

MILANO – Ormai è praticamente ufficiale, manca soltanto una sezione su 85: a Varese governerà per altri cinque anni il centrosinistra. Il sindaco uscente Davide Galimberti ha sconfitto il deputato leghista Matteo Bianchi, ottenendo il 53%. Il candidato del centrodestra si è fermato al 46%.

LEGGI ANCHE: Comunali, Centrosinistra batte Centrodestra cinque a zero

Una sconfitta pesante per la Lega, che puntava a riconquistare Varese e a risollevare, con questo voto, i risultati ottenuti nelle altre città. Il centrosinistra intanto festeggia. La vittoria è netta, molto di più rispetto al risultato ottenuto al primo turno in cui si era registrata una differenza tra i due candidati di 4 punti percentuali.

Secondo Galimberti, che è intervenuto a Palazzo Estense, i grandi sconfitti di queste elezioni sono “Matteo Salvini e la Regione Lombardia”. Il leader della Lega aveva visitato diverse volte la città per sostenere la candidatura di Bianchi, insieme al ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e al governatore della Lombardia Attilio Fontana (che è stato primo cittadino a Varese per 10 anni)

Per il sindaco rieletto il dato raggiunto oggi premia “il lavoro fatto in questi anni”. Un lavoro che Galimberti promette di continuare a fare “coinvolgendo tutte le forze”. Dal canto suo il candidato del centrodestra Matteo Bianchi, ha detto che “un mese di campagna elettorale in più” gli sarebbe servita. “Proseguirò il mio impegno da parlamentare ma inizia quella da consigliere comunale. Abbiamo davanti 5 anni di opposizione a Palazzo Estense e la faremo in maniera responsabile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»