Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bankitalia, Rosato: “Il Pd non chiede la testa di Visco”. Berlusconi: “Puntano già a posti potere”

"Siamo gli unici che hanno difeso il diritto e dovere del premier a individuare il prossimo governate", dice il capogruppo Pd alla Camera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La mozione del Pd su Bankitalia non era contro la riconferma di Ignazio Visco a capo dell’istituto di via Nazionale. “Noi non vogliamo la testa di nessuno, siamo gli unici che hanno difeso il diritto e dovere del premier a individuare il prossimo governatore. Se volevamo dire ‘no’ alla riconferma di Visco, con franchezza non l’avremmo fatto con una mozione in aula, perché non si interviene con una mozione. Noi non riteniamo di doverci esprimere sulla riconferma o meno di Visco perché è un tema che riguarda il potere del presidente del consiglio”, dice il presidente del gruppo Pd alla Camera Ettore Rosato.

BERLUSCONI: SINISTRA PUNTA A POSTI POTERE PRIMA DEL VOTO

“Non ho nessuna meraviglia perché è proprio della sinistra occupare i posti di potere dopo le elezioni e questa volta hanno fatto un passo avanti e l’hanno fatto prima“. È il commento del presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi sul caso che riguarda il governatore di Bankitalia Ignazio Visco. L’ex Cavaliere è intervenuto durante l’incontro Al Piccolo Teatro di Milano, dove accompagnato dal presidente lombardo Roberto Maroni ha parlato di referendum di autonomia.

LEGGI ANCHE:

Tensione su Bankitalia, Pd chiede svolta. Interviene il Colle

Bankitalia, Camusso: “Che leggerezza, così si mette a rischio credibilità paese”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»