Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Calcio, ipotesi candidatura congiunta Italia-Arabia Saudita per i Mondiali 2030

calcio stadio brasile
Come scrive Theathletic.com, l'Arabia Saudita "sta valutando un'offerta congiunta per i Mondiali del 2030" e l'Italia "è in cima alla lista di potenziali partner".
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Italia potrebbe essere una delle candidate ad organizzare i Mondiali di calcio del 2030. Nei giorni scorsi Gabriele Gravina, presidente della Figc, aveva detto che sarà valutata “una candidatura dell’Italia all’Europeo del 2028 o al Mondiale del 2030, in cui si festeggia il centenario del campionato del mondo”.

Ora il sito Athletic rilancia la notizia secondo la quale L’Arabia Saudita e l’Italia, considerate “legate a livello commerciale, diplomatico e sportivo”, starebbero pensando ad una candidatura congiunta. Proprio in Arabia Saudita, tra l’altro, si gioca la finale di Supercoppa Italiana. Come scrive Theathletic.com, l’Arabia Saudita “sta valutando un’offerta congiunta per i Mondiali del 2030” e l’Italia “è in cima alla lista di potenziali partner“.

Inoltre, continua, le organizzazioni congiunte di eventi “sono ora incoraggiate in quanto riducono l’onere finanziario di ospitare l’evento, ricordando che nel 2026 il Mondiale ospiterà 48 squadre e 80 partite, distribuite tra Canada, Messico e Stati Uniti. Interessata ad organizzare l’evento, l’Arabia Saudita si sarebbe rivolta alla società di consulenza Boston Consultancy Group, con sede negli Stati Uniti. Il primo suggerimento avrebbe riguardato una candidatura con Egitto e Marocco, ostacolata però dal livello del infrastrutture. Per questo una maggiore sicurezza la darebbe un partner europeo, quindi l’Italia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»