Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Morto a Roma l’attore Libero De Rienzo, stroncato da un infarto: aveva 44 anni

A scoprire quanto era accaduto un amico, preoccupato perché non aveva sue notizie da qualche giorno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’attore Libero De Rienzo, 44 anni, è stato trovato privo di vita, ieri alle 20 circa, in un appartamento in zona Madonna del Riposo, a Roma. A scoprire quanto era accaduto, un amico, preoccupato perché non aveva sue notizie da qualche giorno. Sul posto, oltre ai sanitari del 118, i carabinieri della stazione Madonna del Riposo che indagano sul ritrovamento. Sul corpo di De Rienzo non ci sarebbero segni di violenza. La causa della morte sarebbe riconducibile ad un infarto. Indagini in corso.

ADDIO A LIBERO DE RIENZO, IL GIANCARLO SIANI DI FORTAPASC

Addio a Libero De Rienzo. Classe 1977, nato a Napoli.
La passione per la recitazione è nata grazie al padre Fiore De Rienzo, aiuto regista di Citto Maselli. Tra i suoi ruoli più noti ci sono ‘Santa Maradona’ di Marco Ponti (grazie a cui ha vinto un David di Donatello nel 2002 come Miglior attore non protagonista) e ‘Fortapasc‘ – il film su Giancarlo Siani (il giornalista de Il Mattino ucciso dalla camorra) di Marco Risi – grazie a cui si è aggiudicato una candidatura come Miglior attore protagonista ai David di Donatello 2010.

Inoltre, nel 2014 è stato tra i protagonisti di ‘Smetto quando voglio’, commedia diretta da Sydney Sibilia sulla vicenda di una banda di giovani laureati che si improvvisano spacciatori (commedia a cui sono succeduti due sequel nel 2017: ‘Smetto quando voglio – Masterclass’ e ‘Smetto quando voglio – Ad honorem’). Con questo ruolo è arrivata anche la candidatura ai David di Donatello 2014 come Miglior attore non protagonista.

Tra le sue ultime apparizioni ci sono ‘A Tor Bella Monaca non piove mai’ di Marco Bocci, ‘Cambio tutto!’ di Guido Chiesa e ‘Il caso Pantani – L’omicidio di un campione’ di Domenico Ciolfi. 

FRANCESCHINI: “MORTE DE RIENZO NOTIZIA TERRIBILE, PERDIAMO GIOVANE TALENTO

“La notizia della morte improvvisa di Libero De Rienzo è terribile e ci lascia tutti senza parole. Perdiamo un giovane talento, un protagonista del cinema italiano che già aveva visto riconosciuta la sua arte con la doppia vittoria del David di Donatello nel 2002 e nel 2006. Il mondo della cultura italiana si stringe con affetto e cordoglio alla sua famiglia, ai suoi piccoli figli, alla moglie e a tutte le persone che lo hanno amato, stimato e apprezzato”. Lo dichiara Dario Franceschini, ministro della Cultura.

DA LEO A FOGLIETTA, AMICI E COLLEGHI RICORDANO LIBERO DE RIENZO

“Sono senza parole, senza fiato mentre mi stanno preparando sul set…le mie lacrime scendono senza riuscire a fermarsi”, ha commentato Vanessa Incontrada, che ha recitato al fianco di Libero in ‘A/R Andata + Ritorno’ di Marco Ponti. Tra coloro che hanno condiviso un film con il compianto attore c’è anche Stefano Accorsi. I due sono stati i protagonisti di ‘Santa Maradona’ di Marco Ponti: “Che dolore Picchio. Mi stringo alla tua famiglia”. A ricordarlo anche Alessandro Gassmann: “Non ci siamo mai incontrati su un set, ma mi emozionavi”. E anche Alessandro Borghi: “Forse il mio primo set vero l’ho fatto con Picchio, tanti anni fa. La stima che mostrò nei miei confronti mi fece bene, mi alleggerì dal peso del giudizio a cui veniamo sottoposti ogni giorni, nella vita e in questo mestiere. Grazie Picchio, non ti dico fai buon viaggio perché non credo si vada da nessuna parte, ma qui lasci qualcosa per un sacco di persone”.

Tanti volti noti dello schermo ma anche tantissimi fan hanno speso un pensiero per ricordare l’attore. “Con Bart (in ‘Smetto quando voglio’, ndr) sei stato uno di noi. Con Fortapasc sei stato testimone del primo appuntamento con quella che poi è diventata mia moglie. Praticamente, sei uno di famiglia… Mancherai”, ha ‘cinguettato’ un fan su Twitter. “Il cinema in lutto per la morte di #LiberoDeRienzo, in pochi ricordano però come fu trattato il suo film da regista, ‘Sangue’, un capolavoro vero, distribuito in sole 8 copie. ‘Santa Maradona’ si, ‘Fortapasc’ si, ‘Smetto quando voglio’ si. Ma guardate ‘Sangue’, ricordatelo così”, si legge ancora sui social.

Questa sera, in prima serata su La7 va in onda ‘Fortapasc’ di Marco Risi, in cui Libero De Rienzo ha interpretato il film su Giancarlo Siani, il giornalista de Il Mattino ucciso dalla camorra.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»