Presentato oggi il festival D.i.Re ‘Libere di essere’

libere_di_essere
Dal 7 al 9 maggio all'Auditorium Parco della Musica di Roma; da oggi tre incontri di avvicinamento
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È stato presentato oggi con una conferenza stampa in streaming il programma del festival ‘Libere di essere’, che si svolgerà dal 7 al 9 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma, organizzato da D.i.Re-Donne in rete contro la violenza in collaborazione con Hero e con la co-produzione della Fondazione Musica per Roma, il finanziamento del Dipartimento per le Pari opportunità, la produzione di Mismaonda e la consulenza di Serena Dandini. “Sul palco- fa sapere una nota stampa di D.i.Re- attiviste, artiste, scrittrici, professioniste, ricercatrici, economiste, giornaliste, attrici. Nomi noti e (ancora) sconosciuti. Donne che sulla scena pubblica o nell’invisibilità del quotidiano stanno ridefinendo spazi e relazioni per affermare la libertà delle donne, in un intreccio di conversazioni e performance che vuole mettere in moto e in circolazione idee, percorsi e prospettive per guardare con occhi nuovi al presente e innescare un cambiamento culturale, tenendo anche conto di sfide e potenziali opportunità scatenate dall’irrompere della pandemia”.

Il festival “nasce all’interno del progetto ‘Libere di essere: informazione e comunicazione per prevenire la violenza’, finanziato attraverso un bando del Dipartimento per le Pari opportunità, e sarà anche l’occasione per presentare il video vincitore del concorso ‘Io Posso’, che ha visto giovani tra i 18 e i 30 anni cimentarsi con la realizzazione di un corto di due minuti per raccontare come ‘Uscire dalla violenza: il potere di generare libertà per sé, per tutte e tutti’. Il video vincitore sarà presentato poi in autunno al Riff-Rome International Film Festival”.

‘Libere di essere’ “declinerà immaginari e linguaggi che – sullo schermo, sul palcoscenico, tra le pagine – stanno contribuendo a ridefinire il femminile, con la leggerezza della satira di ‘Vieni avanti, cretina!’, il varietà ideato e condotto da Serena Dandini e gli sguardi rivolti al futuro, a cominciare dall’immaginario distopico a cui ha dato vita Margaret Atwood, in collegamento dal Canada. Previsto per oggi alle 18 il primo dei tre incontri di avvicinamento il festival per il ciclo ‘Libere di leggere. Un percorso tra i libri‘, a cura di Maria Teresa Carbone e Chiara Veltri.

LEGGI IL PROGRAMMA QUI

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»