Ue, Zingaretti: “Orban? Sovranisti primi nemici sovranita’ italia”

"Chi teorizza alleanza con lui vuole male degli italiani, non loro bene"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si deve “rifondare questa Europa” ma “fare un’alleanza con personaggi come Orban” è “il simbolo di una deriva di chi vuole il male per gli italiani, non di chi li vuole difendere”, perché “se noi distruggiamo l’Europa con le picconate, come fanno tuti i giorni, gli italiani rimarranno soli”. Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio e candidato alla segreteria Pd, lo dice in collegamento da Fiuggi, su SkyTg24.
L’idea di un’alleanza con il presidente ungherese Viktor Orban, che vede molto ben disposto il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini, “adesso è una posizione che va di moda, sembra cool come si dice, ma in realtà l’Europa va cambiata e non distrutta”, spiega Zingaretti.
“Va cambiata perché è evidente che deve ritrovare una posizione che mette le persone, gli europei al centro della sua azione, ma se noi distruggiamo l’Europa con le picconate come fanno tutti i giorni, gli italiani rimarranno soli, soli rispetto alle grandi potenze mondiali- spiega il presidente della Regione Lazio- e quindi chi si dice sovranista in realtà è il primo nemico della sovranità italiana, perché se muore l’Europa arrivano e in sette giorni si comprano tutto”.
Quindi, “noi dobbiamo combattere per una nuova Europa, come dico sempre per rifondare questa Europa, che però è indispensabile per difendere il futuro di una nuova generazione e di questo Paese”, dice Zingaretti, “che poi si teorizzi di fare un’alleanza con personaggi come Orban è proprio il simbolo di una deriva di chi vuole il male per gli italiani, non di chi li vuole difendere”.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»