NEWS:

Il granchio blu arriva nei piatti dei parlamentari

Mentre i deputati in in aula discutono il decreto bollette, al ristorante della Camera si degusta il granchio blu

Pubblicato:14-11-2023 20:49
Ultimo aggiornamento:14-11-2023 20:51
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Un alieno nel piatto, a Montecitorio. Mentre i deputati in in aula discutono il decreto bollette, al ristorante della Camera si degusta il granchio blu. Parlamentari di tutti gli schieramenti inforchettano i paccheri all’aglio, limone e granchio blu, la specie “aliena” originaria dell’America che sta invadendo il Mediterraneo.

L’iniziativa porta la firma di Francesco Battistoni, deputato di Forza Italia, già sottosegretario all’Agricoltura. “Vogliamo proporre un approccio diverso a questa specie aliena che purtroppo è diventato un problema per la nostra pesca”.

Ospiti d’onore cinque ragazze riminesi che hanno fondato Mariscadoras, una start up tutta al femminile nata nel 2021 e ideatrice del progetto ‘Blueat – La pescheria sostenibile’, per promuovere l’utilizzo alimentare e gastronomico delle specie aliene marine invasive, a partire appunto dal granchio blu. Mariscadoras lavora ogni giorno tonnellate di crostacei e li trasforma in polpette, maionese, sughi, oltre a esportarne molti in Nord America. Non solo, oltre all’utilizzo alimentare, Mariscadoras ha messo a punto un sistema per creare dal carapace del granchio una plastica compostabile.


LEGGI ANCHE: VIDEO | Granchio blu, il racconto dei pescatori: “Troviamo i gusci delle vongole vuoti, siamo invasi”

Diverse offerte per approfittare di una specie che si è diffusa molto in Italia, soprattutto nel delta del Po, creando problemi a tanti pescatori. I granchi blu, infatti, tagliano le reti da pesca con le chele, si cibano degli avannotti (i piccoli dei pesci) e distruggono gli allevamenti di molluschi come cozze e vongole.

Dopo la presentazione del progetto, via alla degustazione. Vino bianco e un piatto di paccheri. Un ragù bianco, dove l’ingrediente forte è il granchio blu. “Buono”, è il commento dei più.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy