Inaugurato all’ospedale di Anzio il reparto di Medicina d’Urgenza Covid

inaugurazione ospedale anzio reparto covid medicina urgenza
Il reparto, che conta venti posti letto, è stato inaugurato alla presenza dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, e del direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANZIO (RM) – È stato inaugurato alla presenza dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, e del direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda, il reparto di Medicina d’Urgenza Covid presso l’ospedale di Anzio. 

Il reparto composto da 20 posti letto è dotato di filtri in ingresso e uscita, videosorveglianza per i pazienti, pressione negativa degli ambienti e spazi tecnici per la separazione dei percorsi. Grazie a questo nuovo reparto i posti letto Covid arrivano a 25 sommando anche i 5 già presenti nel pronto soccorso. 

inaugurazione ospedale anzio

“Oggi inauguriamo un reparto che sarà utile nel contrasto alla pandemia- ha commentato l’assessore D’Amato al termine della visita- Voglio ringraziare l’azienda e i nostri operatori sanitari per il loro spirito di abnegazione nel contrasto al Covid. Noi oggi siamo in una fase che vede come obiettivo primario la vaccinazione e il raggiungimento dell’immunità di gregge e per ottenere questo obiettivo abbiamo bisogno rapidamente di un alto numero di vaccini, noi siamo pronti”. 

La necessità dettata dall’attuale situazione pandemica “ha trovato pronta risposta nella nostra azienda- ha dichiarato il direttore generale Mostarda- che con l’apertura tempestiva del reparto Covid di Anzio ha testimoniato nuovamente la sua capacità e flessibilità organizzativa nella gestione della rimodulazione dei propri servizi”. 


ospedale covid

Soddisfatto anche Ciriaco Consolante, direttore sanitario dell’ospedale di Anzio, che ha sottolineato come “questo reparto è dedicato a pazienti covid durante questa emergenza, ma successivamente potremo utilizzarlo per 23 posti letto di aree chirurgiche”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»