Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Papa Francesco l’1 ottobre a Cesena e poi Bologna, dove visiterà i migranti dell’hub

La visita del papa si terrà in occasione dei 300 anni dalla nascita di papa Pio VI Braschi, originario di Cesena
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Papa Francesco sarà a Cesena nella mattina del 1° ottobre prossimo, in occasione dei 300 anni dalla nascita di papa Pio VI Braschi, nativo di Cesena. L’annuncio, scrive l’agenzia Sir, è stato dato ieri sera da monsignor Douglas Regattieri, vescovo di Cesena-Sarsina, al termine della Messa Crismale. Subito dopo l’annuncio dell’inattesa notizia, le campane del Duomo hanno suonato a festa. In una cattedrale gremita di fedeli e di tantissimi sacerdoti (era presente anche il vescovo emerito Lino Garavaglia), il vescovo Regattieri ha detto: “Ora sedetevi. No, nulla di strano, non è un lungo avviso, ma è meglio che vi sediate. Vi dico che papa Francesco sarà a Cesena il primo ottobre”.

Per questa visita, ha aggiunto il vescovo, “ho insistito tanto, come quelle vedove del Vangelo che insistono tanto con nostro Signore. Ho consegnato la prima lettera di richiesta direttamente al Papa il 3 ottobre 2013. Poi ho insistito ogni volta che ne avevo occasione. Alla fine è arrivata questa bella notizia”. Regattieri ha poi raccontato in sacrestia che ha avuto conferma ufficiale il 2 aprile scorso, durante la visita di papa Francesco a Carpi. Di come sarà organizzata la visita del Papa non si sa molto. Il vescovo ha detto “nella mattina papa Francesco sarà a Cesena, per la celebrazione della Messa, poi andrà a Bologna”. Intanto per questa mattina, alle ore 12, è convocata una conferenza stampa.

 L’ANNUNCIO DI ZUPPI: PAPA IN CITTÀ L’1 OTTOBRE

Papa Francesco sarà a Bologna il prossimo 1 ottobre, in occasione del Congresso eucaristico diocesano. A dare l’annuncio è l’arcivescovo Matteo Zuppi, in una nota, nella quale si elenca il fitto programma di impegni già programmati per quella domenica. Il Pontefice farà visita prima di tutto all’Hub di via Mattei, per incontrare i profughi. Poi la recita dell’Angelus in piazza Maggiore e il pranzo con i poveri nella Basilica di San Petronio. A seguire, il Papa incontrerà il clero nella Cattedrale di San Pietro e anche il mondo universitario, nella Basilica di San Domenico. Infine la celebrazione della messa al termine della quale, Bergoglio farà ritorno in Vaticano. Papa Francesco sarà a Bologna, sottolinea l’arcivescovo, nel giorno “in cui si celebrerà la ‘Domenica della Parola’, nella quale rinnoveremo ‘l’impegno per la diffusione, la conoscenza e l’approfondimento della Sacra Scrittura’ e al cui termine sarà distribuito a tutti una copia del Vangelo”. Zuppi esprime la sua “più viva gratitudine al Santo Padre per aver voluto benevolmente accogliere l’invito e confida che le Istituzioni religiose e civili, fedeli e i cittadini collaborino per preparare adeguatamente, nello spirito e con le opere, la visita del Santo Padre”.

Entusiasta è il sindaco Virginio Merola. “Dalle parole dell’arcivescovo ho appreso con grande piacere che il Papa sarà nella nostra città domenica 1 ottobre- afferma il primo cittadino, in una nota- la visita del Santo Padre è sempre un momento importante per una comunità, lo è ancora di più se avviene nell’imminenza della festa del Santo Patrono”, il 4 ottobre, San Petronio. In particolare, Merola ci tiene a sottolineare la visita all’hub di via Mattei. “Rappresenterà un momento molto significativo- spiega- perché l’incontro del Pontefice con le persone sbarcate sulle coste italiane e accolte in quella struttura, consentirà di porre l’attenzione su questa grande questione del nostro tempo e delle nostre città”. Ovvero, sostiene il sindaco, “l’accoglienza non come emergenza ma come elemento strutturale. La presenza e le parole del Papa ci aiuteranno sicuramente a comprendere meglio l’esigenza di politiche che affrontino questo problema, anziché banalizzarlo con le formule ostili del populismo”. Merola assicura dunque che “l’abbraccio di Bologna a Papa Francesco sarà grande, emozionato e forte. Certo di interpretare il sentimento dei cittadini, porgo fin d’ora il nostro affettuoso benvenuto al Santo Padre”. La visita pastorale di Papa Francesco “è motivo di grande onore per il nostro territorio”, commenta la presidente dell’Assemblea legislativa Simonetta Saliera. L’annuncio di monsignor Matteo Maria Zuppi “conferma l’attenzione per la parte più fragile della società e anche il programma della tappa bolognese della visita del romano Pontefice ne è la dimostrazione. Mai come in queste ore segnate da tensioni internazionali che ci preoccupano è opportuno ascoltare e meditare il messaggio di pace e di rispetto tra i popoli che viene da Papa Francesco”, conclude.

di Andrea Sangermano, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»