La giunta regionale è sicura: il deposito nucleare non si farà in Sardegna

"Il ministro dell'Ambiente è stato recentemente in
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

deposito scorie nucleari“Il ministro dell’Ambiente è stato recentemente in Sardegna e ci ha detto che la decisione su dove allocare il deposito di scorie nucleari sarà molto condivisa con le Regioni, quindi noi siamo sicuri che questa contrarietà della Sardegna sarà decisamente presa in considerazione”. Così l’assessore all’Ambiente della Sardegna, Donatella Emma Ignazia Spano, all’agenzia ‘Dire’ a margine di un convegno sui cambiamenti climatici. “Dopo questa interlocuzione ci sentiamo più sicuri, finora il Governo ha rispettato i patti presi con la Sardegna”, aggiunge Spano.

Il fatto è che l’isola “è stata già impegnata in questi anni con le servitù militari, dando molto alla nazione, per quanto riguarda le scorie nucleari c’è stata un’espressione totalmente negativa delle popolazioni- prosegue l’assessore all’Ambiente della Regione Sardegna- e noi facciamo di tutto per sostenere questa posizione, rifiutando il deposito nucleare sul nostro territorio. Abbiamo comunicato la nostra contrarietà con lettere al ministro dell’Ambiente e a quello dello Sviluppo economico, e ufficializzato la nostra contrarietà anche in Consiglio regionale”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»